Le città da visitare nel periodo di Halloween

Articolo a cura di Antonio Caracallo

Se sei un appassionato di fantasmi, streghe, zombie e vampiri, devi assolutamente sapere in quali città è possibile ammirare il tema Halloween.
Halloween, la festa “Made in Usa” per eccellenza, col tempo ha trovato collocazione anche in altri paesi, europei e non. Pare che l’atmosfera e le usanze di Halloween, erano in uso anche in Italia, ma non il 31 di Ottobre, bensì la notte tra il 1 ed il 2 Novembre.


Se ti trovi negli Stati Uniti, festa in cui è nato il porta a porta “dolcetto o scherzetto”, devi sapere che ci sono città nelle quali è possibili vivere l’atmosfera di Halloween:

Salem, Massachusetts:

Salem merita di essere visitata perché in questa città si può ancora respirare lo spirito della stregoneria, essendo uno dei luoghi nel quale è avvenuto uno dei più famigerati episodi, di condanna alla stregoneria.
Infatti a Salem, vennero processate e condannate a morte 26 persone perché praticanti la stregoneria, per questa vicenda è possibile visitare Il Museo delle Streghe. Per questa vicenda Salem è una delle città più visitate d’America nel periodo di Halloween. Nel periodo di Ottobre è possibile imbattersi in eventi a tema, fuochi d’artificio, sfilate e rievocazioni della vicende passate. 

 New Orleans, Louisiana:

Essendo la “città del voodoo” se ti trovi a New Orleans, non puoi non visitare la “conturbante” Manchac Swamp, situata a nord ovest di New Orleans, ha l’aspetto caratteristico di quello che è un luogo stregato, nel silenzio e con la nebbia tipica di paesaggi da incubo. New Orleans è conosciuta anche per il suo Carnevale, ma Halloween si piazza al secondo posto. È possibile partecipare a tour guidati, specialmente per visitare i negozi di voodoo, queste visita vi faranno entrare in contatto con quella che è la storia inquietante del Quartiere Francese; è possibile visitare anche numerosi cimiteri, per restare in tema.

Sleepy Follow, New York:

Cominciamo col dire che qui siamo a New York e questo basta per dire che in qualsiasi periodo dell’anno ci troviamo resta sempre affascinate. Fatta questa premessa, “La leggenda di Sleepy Hollow” fu dapprima una celebre storia di fantasmi e poi diventò un film, che vide come personaggio principale Johnny Depp, Tim Burton, ovviamente, alla regia. Da visitare, soprattutto, perché ancora oggi vi sono delle segnalazioni riguardo avvistamenti del famigerato “Cavaliere Senza Testa”. Il cimitero può essere visitato di giorno e di notte, con una sola lanterna… Consigliamo di prenotare, specie nel periodo di Halloween. 

 In Sudamerica, in Messico per la precisione, troviamo la città di Oaxaca, celebre per la “Dìa de los Muertos”; commemorazione per i defunti è sentita in quasi tutto il Messico. Le persone si recano in maschera al cimitero e le strade sono decorate con fiori, teschi e scheletri. Nello Xòcalo, piazza di principale della città, si festeggia fino all’alba, tra tequila, canti e il buon cibo, tradizione che contraddistingue il popolo messicano.

Lasciati gli Stati Uniti, ci spostiamo in Europa, qui troveremo paesi nei quali Halloween viene festeggiato, spaventosamente. 

Castello di Dracula, Romania:

Non ha bisogno di presentazioni, il Castello Bran si trova sulle montagne della Transilvania, qui visse il famigerato imperatore Vlad, proprio dall’imperatore prese vita il famosissimo Conte Dracula. L’imperatore Vlad era conosciuto per il suo essere spietato e crudele, durante le visite del castello, sarà possibile scoprire quello che si nasconde dietro le terribili leggende. Da non perdere il Tour Speciale di Halloween.

Parigi, Francia:

Vi abbiamo detto che Parigi è la città dell’amore, delle luci, ma non vi è solo quello.  Ci segnalano due luoghi da vistare in questo periodo:

Il Cimitero di Pere Lachaise: si estende per chilometri e raccoglie più di diecimila tombe, in un’atmosfera cupa e tenebrosa.

Catacombe di Parigi: Situate nel sottosuolo Parigino, sono state fonte d’ispirazione per uno scrittore, lo scrittore di romanzi terrore più importante di tutti i tempi, Edgar Allan Poe; nelle catacombe vi sono milioni di teschi che rivestono le pareti   

Edimburgo, Scozia:

Perché Edimburgo? Perché ad Halloween è possibile entrare in contatto con la Scozia più rurale e spettrale, Edimburgo nella fattispecie, si compone di strade strette che con la nebbia, diventano spaventose. 

Nel periodo di Halloween, Edimburgo offre visite guidate per le catacombe, pare che qualcuno percepisca ancora l’anima delle persone sepolte e la Royal Mile, via principale di Edimburgo, si trasforma in un palcoscenico dove si raccontano storie di fantasmi e di terrore, alla luce di una lampada. 

Venezia, Italia: 

Qui giochiamo in casa, a Venezia vi è una leggenda legata al Cà Dario, la leggenda narra che chiunque acquisti il palazzo che si affaccia sul Canal Grande, vada in rovina e perda la vita, questo gli ha conferito il soprannome di “palazzo maledetto”. 

Vi sono poi altri misteri e leggende che vengono tramandate di generazione in generazione che riguardano l’intera città. Esiste una visitata notturna guidata da non perdere. 

Londra, Inghilterra:

Londra è ricca di luogo infestati e davvero paurosi, basti pensare alla storia della capitale dei Regno Unito e capire perché. Uno dei luoghi chiave è la Torre di Londra, qui tra le tante uccisioni vi fu quella di Anna Bolena, pare che il suo fantasma, si aggira per le stanze della Torre. 

Ci segnalano numerosi tour alla scoperta di fantasmi a Londra, tra le quali: la Metropolitana, il British Museum o la zona di Piccadilly è precisamente al 50, di Berkeley Square. L’High Gate è un cimitero monumentale gotico, che all’interno accoglie la tomba di Karl Marx.

Praga, Repubblica Ceca:

Se vi chiedete perché, la risposta è semplice, la capitale della Repubblica Ceca è considerata una delle capitali dell’esoterismo, a Praga vi sono numerosi luoghi di mistero e che lasciano spazio alle leggende, una delle prime è quella che narra di Santo Venceslao, che sul Ponte Carlo lasciò la propria spada, per decapitare i nemici se ce ne fosse stato bisogno. 

Nel Quartiere Ebraico, invece, troviamo la leggenda di un Golem, costruito con solo fango da un rabbino. Testimoniava e testimonia ancora oggi simbolo di difesa per tutta la comunità; sono nati anche fantasmi come: la Strangolatrice e l’Ebrea Danzante.

Se questo viaggio, nel mondo di Halloween vi è piaciuto, faccelo sapere commentando quest’articolo e raccontandoci la tua esperienza di Halloween. 

Perché Parigi è la città più romantica d’Europa

Articolo del Travel Blogger Antonio Caracallo

Parigi è la capitale europea del romanticismo. Per questo accoglie circa 28 milioni di visitatori l’anno e intuirne il motivo non è difficile tra musei, monumenti e la storia che è passata dalla Capitale francese.

Capitale dell’amore e del romanticismo, Parigi attira turisti da tutto il mondo che non resistono al fascino della città francese, complice anche la storia e la cucina “made in France”. Una meta imperdibile, ma vediamo nel dettaglio cosa non perdersi durante la visita.

Se sei a Parigi saprai che due cose sono imperdibili: La Torre Eiffel ed il Museo del Louvre, ma una volta che avrai letto questa guida… Scoprirai che c’è molto di più!

Torre Eiffel: Inaugurata nel 1889, la Torre Eiffel, che prende nome proprio dall’ingegnere che ebbe l’idea, con i suoi 312 metri è il simbolo della città e della nazione, tre piani e due ascensori, permettono ai visitatori di godersi l’esperienza di visitare la torre in ferro battuto. Gustave Eiffel, fu il primo visitatore e sul registro delle visite, all’epoca era in uso, scrisse: “Mezzogiorno meno dieci, 15 maggio 1889. La torre è aperta al pubblico. Finalmente!”. I prezzi variano dai 16 ai 25 euro.

Museo del Louvre: Aperto al pubblico nel 1793, il Museo si colloca al terzo posto per numero di visite l’anno, circa 8 milioni. Spiccano tra le tante opere d’ammirare, La Gioconda e la Vergine delle rocce del nostro Leonardo Da Vinci e la stele di Hammurabi. Nei musei parigini, se hai meno di 26 anni ed è Domenica, l’entrata è gratuita.

Champs-Élysées: Quartiere chic di Parigi, che vi porterà sino all’Arc de Triomphe, merita di essere visitata per la mastodontica edilizia e per gustare la classica cucina francese, ci segnalano numerose “brasserie” nelle quali degustare carne tipica e fonduta: “Bon appétit.”

Camminare lungo la Senna: una volta degustata la cucina francese, una passeggiata lungo le rive della Senna, farà della vostra visita a Parigi un’esperienza unica. A piedi o in bici no ha importanza, ma noi consigliamo una gita in battello, di notte a “lume di Parigi.” [15-20€]

La reggia di Versailles: Nata dai capricci del Re Sole, Luigi XIV venne “edificata” per volere dello stesso Re, che per sfuggire a quella che sembrava una popolazione “difficile” da gestire preferì trasferirsi fuori le mura cittadine e amministrare meglio la difficile situazione dell’epoca. Il famoso manga Lady Oscar, trova una collocazione storica in questa residenza reale. [20-25€].

Montmartre: altro quartiere che merita di essere visitato, il motivo? Su questi “ciottoli” ci sono passati personaggi celebri e menti eccelse come: Picasso, Renoir, Van Gogh, Modigliani e altri ancora, qui si può respirare la Belle Époque parigina.

La metropolitana di Parigi infine, con le sue 14 linee, vi porterà in giro per la capitale. Se invece preferite camminare a piedi o in bici, potrete scoprire angoli ancora sconosciuti.

… E voi avete mai visitato Parigi? Commentate con la vostra esperienza!

Euromaster Life: musica, cultura e territorio 2.0 alla conquista del web!

Euromaster Life la più grande rete europea nel settore dell’assistenza pneumatici e della manutenzione ordinaria dei veicoli, espande i suoi interessi nel web fondando un sito innovativo e curioso che dà ampio spazio ad argomenti come la musica, i viaggi e la cultura, entrando nel dettaglio ricercato d’eventi unici e esclusivi che stimolano il dialogo, la condivisione e anche una passione non indifferente verso nuove forme di comunicazione e immaginazione. Euromaster Life punta a conquistare la rete e i tantissimi lettori giovani e non solo cercando di coinvolgerli in un tour virtuale che potrà farli viaggiare nelle capitali mondiali o anche in città minori teatri d’eventi speciali, realizzando così un’attenzione particolare verso alcuni aspetti fondamentali della nostra quotidianità: musica, viaggi e cultura metropolitana sono strettamente legate e annesse ad un universo di sapere di cui non si potrà più fare a meno. Ogni singolo individuo che approderà nella piattaforma on line o anche sulle pagine social del brand potrà arricchirsi di una nuova forma di cultura espressione di passione e curiosità. Territorio, musica e metropoli sono i tre argomenti su cui Euromaster Life punta per smuovere il dialogo e la discussione fra i suoi lettori, materie raccontate in modo innovativo, spesso fuori dall’ordinaria notizia è anche per questo che intrattenersi sul neonato sito non potrà che essere un modus naturale e spontaneo per approdare ad una conoscenza più estesa. Nella sezione metropoli, per esempio, si possono trovare alcuni interessanti post, uno fra tanti il racconto dettagliato della bellissima manifestazione Nederlands IJsbeelden Festival che quest’anno si è svolta ad Amsterdam: protagoniste alcune sorprendenti sculture di ghiaccio ammirate dai tantissimi visitatori che accompagnati da i più alternativi sfondi musicali si sono fatti cullare da uno spettacolo unico nella sua specie. Anche nella sezione territori, Euromaster racconta in modo originale alcuni luoghi magici rivelandolo il loro legame con il suono: nella descrizione del “Bosco che suona” come posto incantato dove il silenzio dovrebbe fare da padrone è invece per alcuni musicisti un luogo d’ispirazione e mood innovativo per creare nuove e privilegiate melodie. 

Dettagli di un sito nato solo da poco, il 14 novembre 2016, costruito e arricchito di contenuti mai scelti a caso ma che hanno l’unico scopo d’interessare il lettore ad immergersi in un viaggio virtuale, fantasioso ma anche emotivamente coinvolgente distante dal concetto radicato dell’eccessiva superficialità di alcuni contenuti web. Euromaster Life (life.euromaster-pneumatici.it) mira a realizzare una community di persone che hanno gli stessi interessi verso mondi, culture, musica lontani ma oggi apparentemente più vicini grazie alla rete. 

Miriam
Buzzoole

Forte Village Resort: il viaggio di nozze perfetto destinato a durare in eterno!

Il Forte Village è il resort più glamour della Sardegna, perla immersa nella natura dell’isola gode delle bellezze del Mediterraneo, dotato di ogni comfort offre alle famiglie ma anche alle giovani coppie la possibilità di trascorrere una vacanza rilassante con la possibilità di scegliere tra attività varie: dal relax in piscina a quella nella spa, a tutti i possibili sport. 

Il Forte Village Resort è inoltre facilmente raggiungibile sia via mare che in aereo, da Roma o da Milano è sufficiente un volo di meno di un ora, l’aeroporto Elmas di Cagliari dista solo pochi chilometri dal resort. Questi i requisiti che hanno convinto me e il mio neo marito a scegliere il Forte Resort come luogo per trascorrere la nostra prima vacanza da coniugi: ci siamo sposati solo da qualche giorno e non potevano non prendere in considerazione per coccolarci e prenderci cura di noi un luogo completo e paradisiaco come il Forte Village, dotato di ogni comfort possibile. Un viaggio che sicuramente porteremo nel cuore, oltre che nei nostri ricordi futuri che arricchirà le nostre vite di momenti magici e unici. Di sicuro non è stato difficile scegliere la destinazione del nostro viaggio di nozze la bellezza del Forte Village Resort, perfezionato quest’anno in alcuni aspetti determinanti ci ha conquistato fin da subito. non a caso il Forte Village è stato eletto per 17 anni consecutivi come “World’s Leading Resort” dalla giuria dei “World’s Travel Awards”. Dotato di bungalows ma anche di suite sul mare e splendide ville al resort non mancano neanche gi hotela 4 e 5 stelle la scelta dell’alloggio è davvero un optional, siamo certi che la nostra vacanza sarà memorabile, saremo coccolati nella splendida Spa e potremo godere sdraiati al sole della bellissima piscina Oasis, unica nel suo genere dotata di un paesaggio speciale costituito dall’acqua cristallina, dagli sfondi di marmo, e dalle isole bar veri atolli tropicali: tutte espressioni del lusso più sfrenato. 

Anche l’attività sportiva dal tennis alla pallavolo al tiro con l’arco ogni sport sarà a portata di mano e questo riempirà le nostre giornate, sempre che l’ozio non prenda il sopravvento. Appassionarci non sarà difficile, sarà una vacanza speciale anche grazie alla Magic Academy, la prima “scuola di magia” al mondo in un polo turistico gestita dal grande prestigiatore inglese, Marvin Berglas che metterà a disposizionedegli ospiti e del mio maritino appassionato di giochi di prestigiola sua competenza e a quanto pare svelerà molto dei suoi famosi trucchi. Insomma come coppia appena sposata siamo certi che il Forte Village Resort è il luogo giusto per trascorrere del tempo lontano dalla realtà, in un paradiso terrestre creato appositamente per vivere un’esperienza unica e singolare che lascerà in noi un ricordo indelebile: tornare a casa non sarà facile tutto riporterà la mente e l’immaginazione alle piscine, al lido ma anche agli interni delle bellissime suite degli Hotel Bouganville e Hotel Palme e dell’Hotel Pineta rinnovato sia nel design che nello stile. C’è da dire che il resort ci offre anche la possibilità di risiedere in una delle bellissime ville, ristrutturate e dotate di ogni extra: uno splendido e accessoriato giardino e una piscina privata garantiscono una tranquillità senza precedenti, di sicuro la voglia di trascorrere del tempo soli non mancherà e le ville in questo senso garantiscono privacy ed estrema tranquillità. Felice per un matrimonio appena celebrato e altrettanto felice di trascorrere la luna di miele in un posto da vera star: sarà davvero impossibile non perdersi in una vacanza destinata a durare per sempre!

Miriam

The Great Italian Rickshaw Adventure: scopri l’Italia viaggiando su tre ruote!

Salve a tutti,
sarà la gran voglia di lanciare i libri e partire o forse è semplicemente per il troppo caldo romano, ma oggi sono qui per parlarvi nuovamente di una tematica estiva: la vacanza!

Abbiamo parlato di crociere, di riscoprire la propria città e di viaggi all’estero super lussuosi, ma non vi ho mai parlato della possibilità di viaggiare “on the road” all’insegna del divertimento e dell’avventura in suolo italiano!

L’idea vi stuzzica, vero? Allora vi consiglio di dare un’occhiata a “The Great Italian Rickshaw Adventure”, una nuova tipologia di vacanza che propone a chi ama i due fattori citati prima, divertimento e avventura, un viaggio per l’Italia molto originale: un team di tre persone, infatti, a bordo del famoso calessino “Ape”, uno dei simboli dell’Italia, viaggeranno alla scoperta delle regioni italiane che vorranno visitare, secondo un itinerario scelto sul sito, senza tappe predefinite o fermate obbligate. Tutto viene lasciato all’istinto e al desiderio dei viaggiatori che vogliono lasciarsi sorprendere e che odiano la noiosità dei viaggi tradizionali.


Un’avventura da macinare chilometro dopo chilometro a 50 km/h. Un viaggio alla scoperta delle cose semplici, un ritorno alle origini per chi è costantemente abituato a vivere nel caos cittadino con tecnologia a tutto spiano. Buon cibo da assaporare e notti da trascorrere in compagnia con i propri amici e “membri dell’equipaggio” negli agriturismi presenti su Agriturismo.it (una camera a notte a team, inclusa nel costo del viaggio).

Immaginatevi, tra piccoli borghi e/o paesini nascosti in buona compagnia… non vi sentite già meglio? Viviamo in uno Stato che ha tanto da offrirci e non ce ne rendiamo conto. Invece di andare alla ricerca di mete estere, sarebbe ancor più bello vivere una vacanza da costruire tappa dopo tappa nei luoghi italiani ancora sconosciuti a noi. L’unica cosa certa di questo viaggio è il punto di partenza e quello d’arrivo. Inoltre, per i social dipendenti sono felice di dire che ogni Ape (Rickshow) sarà munito di Wi-Fi per condividere con il mondo 2.0 i vostri scatti più belli. Un viaggio che sicuramente può cambiare la propria visione del mondo e che, inoltre, è anche all’insegna della solidarietà. Verrà richiesto, infatti, di raccogliere almeno 500 euro in giro per l’Italia da devolvere in beneficenza.

Gli itinerari sono cinque, uno più bello dell’altro. Abbiamo:

Milano – Catania, più di 1400km per attraversare l’Italia intera da Nord a Sud.

“Potrai decidere se scendere lungo la dorsale adriatica, puntando a Sud Est, giù fino alla Puglia e poi girare a Sud Ovest verso il caldo mare di Sicilia. O scendere a Sud, attraversare l’Appennino e andare fianco a fianco col mare Tirreno, fare uno stop a Roma e Napoli e attraversare la Sila, raggiungendo i Bronzi di Riace a Reggio Calabria. Oppure più pigramente raggiungere Napoli e viaggiare di notte su un traghetto verso Catania insieme al tuo adorato Ape Calessino. O per i più “culodipiombo”, guidate fino a Genova e imbarcatevi per Palermo e poi via a scoprire la Sicilia.”

Catania – Trapani e ritorno, più di 600 km

“6 giorni per andare e tornare da Catania a Trapani, sotto il caliente sole siculo. Gustati la Sicilia: le spiagge più belle, i templi greci, le chiese barocche e fatti il bagno in calette altrimenti irraggiungibili, senza un agile rickshaw!”

Catania – Milano, più di 1400km

“9 giorni di cavalcata, sulla rotta seguita dagli emigranti che andavano a nord. Godendosi l’Italia in uno dei periodi più belli dell’anno. E siccome “tutte le strade portano a Roma”, parti e guida tranquillo fino a quando sbatti nel Colosseo. Poi gira a destra e continua ad andare a Nord… dovresti essere a metà strada.”

Milano – Amalfi, più di 900km

“5 emozionanti giorni, correndo lato a lato con il mare Tirreno: albe sulle montagne e tramonti sul vasto mare. Potrai riposarti sulle colline toscane, farti un giro delle vestigia romane o farti un bagno ristoratore nel mare della Costiera! forse uno delle avventure più “da cartolina”. Ma non ti distrarre! E’ sempre un’avventura e l’imprevisto è dietro l’angolo.”

Amalfi – Milano, più di 900km

 “5 giorni, di corsa verso Milano. La città del business: “uè, dai, che chi se laùra!”. Ma nel frattempo tu ti potrai godere il viaggio: la stupenda costa sorrentina, la campagna laziale, la Toscana e poi le colline fino alla Pianura Padana. E lasciali lavorare a Milano! Tu divertiti!”

La mia preferita tra queste cinque è sicuramente “Catania – Milano” perché porta alla città dove sono nata e cresciuta: Roma. Voi ci siete mai stati? Ci abitate come me? Vi ho fatto una scaletta dei posti che dovete assolutamente andare a vedere nella Capitale:

La Basilica di S. Pietro: il centro del mondo cristiano dove si incontrano milioni di fedeli ogni anno. La sua Cupola viene ammirata da chi passeggia a piedi o da chi distrattamente ci passa con la macchina.

Il Colosseo: lui è l’immenso simbolo di Roma, conosciuto da tutti. Un pezzo di storia che troneggia sui Fori Imperiali e una delle sette meraviglie del mondo. Ci credete se vi dico che a ventun anni ancora devo vederlo dentro?

Fontana di Trevi: Inestimabile icona della Dolce Vita, sfarzosa in ogni suo dettaglio. Si dice che porti bene buttare una monetina!

Musei Vaticani: ospitano molti capolavori risalenti all’epoca egizia fino alla rinascimentale. La Cappella Sistina è una tappa obbligata!

Per quanto riguarda i cibi da gustare vi consiglio in particolar modo la cucina giudaico romanesca che potete gustare a Portico D’Ottavia. Pietanze preferite? I carciofi alla Giudia, aliciotti con l’indivia e se volete un buon dolce provate il Tortolicchio!

Buon viaggio a tutti,

Miriam

Veratour e l’inviato speciale: La Vacanza è Social!

Salve a tutti voi! Oggi si torna a parlare di vacanze e nello specifico dell’azienda Veratour che vanta ben 25 anni di esperienza nel settore vacanze e mantiene forte il suo focus sulla valorizzazione del Made in Italy, consentendo a coloro che organizzano un viaggio in mete esotiche e lontane di poter contare sull’assistenza e sui servizi di animazione in lingua italiana e la cucina esclusiva curata da chef professionisti. Che cosa hanno “combinato” questa volta? Beh, un progetto tutto da scoprire che riguarda due blogger in particolare selezionate dal Tour Operator: Valentina Cappio (www.thefamilycompany.it) che dal 1 al 8 giugno 2015 sarà ospitata presso il Veraclub Palm Beach Resort & Spa in Madagascar, e Cristina Rampado (www.crinviaggio.com) che dal 2 al 9 giugno 2015 trascorrerà una vacanza presso il Veraclub Jaz Oriental a Marsa Matrouh in Egitto. Le due blogger prenderanno parte ad un viaggio organizzato da Veratour e dovranno documentare, attraverso il proprio blog e i propri canali social, la propria esperienza di viaggio. Entrambe le blogger selezionate sono mamme: un particolare non secondario per Veratour, dal momento che il tour operator offre una vasta gamma di servizi e attenzioni e intrattenimento per garantire un soggiorno sereno al target delle famiglie con bambini. Veratour metterà a disposizione una piattaforma http://inviatospeciale.veratour.it dove potrete ammirare tutti i contenuti generati dall’iniziativa. A quanto pare “La Vacanza è Social” con l’#inviatospeciale! Proprio questo motto sintetizza perfettamente lo spirito dell’iniziativa: creare un affresco di immagini, emozioni e idee che offriranno a tutti gli utenti molto più di un assaggio di quello che può offrire una vacanza Veratour, con tutta l’autorevolezza e l’autenticità riconosciuta ai travel blogger professionisti. Con questa ambiziosa iniziativa, Veratour conferma la propria anima di tour operator 2.0. Con una Community di oltre 180.000 utenti e un vasto programma di attività di comunicazione on-line, l’azienda ha dedicato negli ultimi quattro anni un’attenzione sempre crescente per il Web e i Social Network promuovendo la propria idea di vacanza a base di comfort, stile e divertimento pur conservando una politica commerciale totalmente incentrata sul ruolo strategico rappresentato dalle agenzie di viaggio. Volete saperne di più? Cliccate nell’immagine sotto! Vi lascio anche ad una splendida gallery:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aria d’estate, aria di vacanze… Finalmente! Miriam

Se ti piace Rebel Fashion Blog e gli argomenti che tratta, aiutaci a sostenerlo! Con una piccola donazione potrai permetterci di migliorarlo con nuove iniziative e tante novità!