Puntata di Ulisse: 16 Ottobre 1943

In tutti questi anni ho sempre sentito il peso della memoria in quanto ebrea. É una sensazione che non si può spiegare, ma é possibile comprenderla. Una famiglia spezzata, dimezzata da questa razzia omicida. Mio nonno che non ha conosciuto il padre, zia Settimia che é tornata per raccontare… ma quanto può essere difficile farlo dopo tutto quello che si é vissuto? Poi ci sta anche una parte della famiglia che é riuscita a salvarsi dal salire su quei camion per quelle piccole “casualità” definite da Alberto Angela. Sono tante le storie che si potrebbero raccontare e tante sono già state ricordate. Mia zia Sara era salita su quel camion, ma un angelo é riuscito a farla scendere dicendo che non fosse ebrea. Da quel giorno, ogni 16 Ottobre era usanza per lei digiunare in ricordo di quel miracolo. Zia Sara se ne é andata. Ha guadagnato tanti anni di vita: é diventata madre, nonna, bisnonna. Ha dato e ha ricevuto amore incondizionatamente. Nonostante le tante storie arrivate a noi nipoti e bisnipoti della Shoah, nonostante i film, i libri e i documentari… Io continuo a rimanere senza parole. Possiamo solo ricordare affinché non riaccada più. Gli anni passano, i testimoni se ne vanno, ma la memoria collettiva no. Quella non si può cancellare. Complimenti alla Rai e al programma “Ulisse” di Alberto Angela per lo splendido documentario che suscita forti sensazioni, ma con la delicatezza che non tutti riescono ad avere quando si tratta di queste argomentazioni.

Miriam

Annunci

A tu per tu con un’attrice dal cuore d’oro: Cristina Miriam Chiaffoni

In questo venerdì piovigginoso ho sentito telefonicamente una mia cara amica dalle grandi doti artistiche. Sto parlando di Cristina Miriam Chiaffoni che sicuramente avrete conosciuto nello spot della Mulino Bianco al fianco di Banderas. Una donna dalle mille risorse, gentile e dal cuore d’oro. Non si perde mai d’animo e porta gioia ovunque vada. Ho deciso di farle qualche domanda per saperne di più sulla sua carriera lavorativa e non solo.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Come è nata la passione per la recitazione? La passione mi è nata da piccolissima. Amavo mettermi davanti allo specchio indossando i vestiti da sera di mamma. Poi a 6 anni sono entrata nel teatro amatoriale di Verona, la mia città di nascita, ed ho cominciato a fare le parti da bimba. Da lì non mi sono fermata più fino ad arrivare a prendere il diploma di attrice al teatro il piccolo di milano con strelher, proclemer, melato e soleri.

Sei entrata nelle case degli italiani grazie alla pubblicità della Mulino Bianco insieme a Banderas, ma quale ruolo ti è piaciuto interpretare tra teatro e televisione? Il ruolo che amo di più e che e’ nel mio cuore e’ quello di mamma nella vita ! Sono una yiddish ed Italian mamy a tutti gli effetti e vivo molto con sensi di colpa questo mio ruolo. Ho due splendidi figli di 18 e 9 anni . Poi se ci penso tre  sono i ruoli che amo di più : nel l’operetta la bruttissima e comica Pomerania del Paese dei Campanelli nell’opera ( sono anche cantante lirica) Carmen e nel teatro di prosa a sorpresa !! Lady macbeth cattivissima e sanguinaria.

Tra i tanti colleghi con cui hai collaborato, chi stimi maggiormente? Ho una stima profonda per tanti colleghi con cui ho lavorato ma quelli del cuore sono un costumista straordinario Eugenio Girardi ed un cantante attore con cui abbiamo condiviso palcoscenici il tenore Enrico Zagni . Aggiungo fra i famosi i direttori d’orchestra Zubin Metha e Daniel Oren musicisti straordinari.

Vuoi parlarmi dei tuoi ultimi lavori conclusi? Ho curato regia e rivestito il ruolo di Hanna Glavari ( protagonista ) nel l’operetta “la vedova allegra ” al teatro di Oleggio poi regia e ruolo di Pomerania nel paese dei campanelli al teatro Nuovo di ferrara con grande successo. Poi ho interpretato un episodio della serie realtà “Cani eroi” secondo episodio su raidue che dovrebbe andare in onda l’8 aprile alle 10,15- al teatro sociale di Cittadella ho tenuto un suggestivo concerto per raccogliere fondi per l’associazione Aiutismo con la fisorchestra di Treviso e ho interpretato a Verona il ruolo della regina Gertrude nell’Amleto di Shakespeare con la compagnia di Venezia Le Sagome . Come vedi sto ben poco ferma!!

Progetti futuri? Dopo un viaggio del cuore in Israele sarò a Roma a girare un film diretto da Biglione con Andrea Roncati e Francesca Einaudi tra gli altri poi vari concerti e il 23 aprile sarò a roma di nuovo a ritirare il premio “roma e’ ” al teatro Olimpico . In occasione del premio mi esibirò cantando e ballando Carmen. Vi aspetto!! Il 30 aprile sarò nel doppio ruolo di Regan e GLocester in Re Lear di Shakespeare al teatro Ai Frari di Venezia.

Domanda a bruciapelo: come ti vedi tra 10 anni? Fra 10 anni sarò sempre così in giro golosa di vita e curiosa piena di amore per la mia famiglia i miei figli e per la mia arte. Forse un po’ più rugosa più grossa ma sempre me stessa.

d8224359-6b04-44f7-bdbd-5f8e6494d1cc