Recensione Libro: “Nella trappola di uno psicopatico”

“Nella trappola di uno psicopatico”, edito Sonda Edizioni, è uno dei libri più originali scritti dalla criminologa Cinzia Mammoliti. Il perché lo rivela lei stessa nelle ultime pagine, spiegando come un racconto su una storia di manipolazione affettiva possa arrivare a chiunque, anche a chi non è “addetto ai lavori”. L’assenza di tecnicismi come nei saggi e la presenza di un filo narrativo che accompagna il lettore a scoprire la storia di Francesca, prima e dopo l’arrivo di Maurizio, riesce a mostrare come una persona che subisce violenze può cambiare psicologicamente.

Un libro che ho letto in un’ora di tempo libero per la sua scorrevolezza, ma anche per la capacità di non lasciarti andare. Vuoi saperne di più e mangi ogni pagina con quel senso di oppressione che attanaglia la protagonista per cercare di avere una boccata d’aria fresca. Il finale non è scontato e l’ultima frase, che non spoilero, dona al lettore diverse interpretazioni.

Alla fine del libro mi sono sentita spiazzata. In una sola ora sono entrata in un vortice di emozioni e sensazioni che hanno lasciato spazio alla riflessione. E su questa riflessione ci accompagna Cinzia Mammoliti, autrice del libro e criminologa, che in poche pagine spiega come ci si lascia soggiogare dal manipolatore seriale, definiti in uno dei suoi primi saggi “il killer dell’anima”.

Seguo questa scrittrice dai suoi primi libri, sempre editi dalla stessa casa editrice, e mi ha lasciato veramente sorpresa. Un libro piccolo, ma di spessore che ho scoperto per caso allo stand presente presso “Più Liberi Più Libri” a Roma. Ancora una volta “Edizioni Sonda” riesce a dimostrare di essere attento alle dinamiche di genere, alle violenze perpetrate ai danni delle donne quotidianamente.

Potete acquistare “Nella trappola di uno psicopatico” qui o in tutte le librerie italiane. Disponibile anche in ebook per i più tecnologici… Quindi non fate i pigri e leggete questo libro dalle tematiche importantissime!