“E all’improvviso sei arrivato tu”, il nuovo romanzo di Hélène Battaglia

Oggi doppio post per parlarvi di un libro che sono riuscita a leggere in una giornata intera per quanto ne ero completamente catturata. Di chi sto parlando? Ma dell’ultimo capolavoro di Hélène Battaglia: “E all’improvviso sei arrivato tu”.

Dopo essermi innamorata della vita di Hope (Appuntamento al Ritz e Una promessa di felicità), la dolcissima scrittrice italo-francese e fashion editor torna a farci sognare!

12079722_175409019463263_5106449600028849893_n

La vita è bella perché fatta di imprevisti, vero? A quanti di voi non è mai successo di inceppare in un piccolo “imprevisto” che può cambiarci la vita? Bhè, penso che dal titolo del libro sia già tutto un programma, no? Tranquilli: non voglio spoilerare niente! 

Ava, brillante trentasettenne, con una avviata carriera di reporter e una fantastica famiglia che la circonda di amore, sente l’irrefrenabile desiderio di allontanarsi per qualche tempo dalla sua vita perfetta. Ma cosa c’è dietro quella sfrenata voglia di cambiamento che, da mesi ormai, l’ha assalita, e che non riesce a placare? Cosa potrebbe mai desiderare di più di quanto il destino le abbia già regalato? A offrirle una via di fuga temporanea per tentare di superare, da sola, questa piccola e insospettabile crisi esistenziale, è un’improvvisa e irrinunciabile opportunità di lavoro. Con il cuore stretto, ma convinta di fare la cosa giusta, Ava vola oltreoceano, nella Grande Mela per realizzare un reportage sul museo dell’immigrazione di Ellis Island. Ma quello che doveva essere solo un viaggio di lavoro di 3 settimane e una pausa di riflessione dai suoi affetti, si trasformerà per Ava in un percorso formativo che la porterà sulle tracce del suo passato.

Questo romanzo l’ho trovato molto più intenso e coinvolgente rispetto ai precedenti e ciò denota solamente la maturità che nel corso degli anni la scrittrice ha raggiunto. Il suo primo libro mi sembrava leggermente banale, il secondo un po’ meno e quest’ultimo è completamente avvincente! Ti avvolge grazie alla sua ambientazione (Amo l’America!) e grazie ai personaggi colmi di personalità.

Un libro che non scorderò molto facilmente… Grazie Hélène!

Miriam

Black Angel: il figlio dei demoni

Oggi è la giornata che amo dedicare ai libri e dopo avervi parlato della guida sull’omosessualità, voglio soffermarmi su “Black Angel: il figlio dei demoni”, di Valentina Bellucci. Trattasi del primo romanzo della saga “Le rose del male” e, secondo me, è anche un’interessante caso di Self Publishing. Al giorno d’oggi tutti possono pubblicare, ma quanti se lo meritano veramente?

Valentina è una di quelle scrittrici che merita di essere letta e assaporata. In questo libro sono riuscita ad innamorarmi, in primis, della trama non banale e molto elaborata e, in secondo luogo, del suo stile. Purtroppo sono una lettrice molto difficile. Oltre ad innamorarmi di una bella trama, devo amare anche il modo in cui viene elaborata, lo stile dello scrittore e così via. Se un romanzo ha una bella trama che viene elaborata male… Zac, automaticamente non finisco di leggere il libro. Ovviamente questo non è il caso di Black Angel: un romanzo molto dettagliato, ricco di colori e sapori, che è in grado di trasportare il lettore all’interno della storia. Una scrittrice che riesce a rendere anche i dettagli più superficiali, di rilevante importanza. Ciò mette in risalto la meraviglia che il suo scrivere vuole portare al lettore. Non è da tutti, proprio no. Unica nota dolente è che una volta finito il libro… Ne vorresti ancora. Sei così presa dall’ambientazione, dalla storia, dai personaggi che vorresti non finisca mai. E invece eccomi qui, con il libro ormai chiuso e finito. Si torna alla vita reale, lasciando quelle situazioni e quei protagonisti lì. Dentro al romanzo che Valentina ci regala. Non vedo l’ora di leggere il prossimo, sicuramente ne rimarrò affascinata come il primo!

3000

Quarta di copertina
Una strega. Un vampiro. Legati da un amore impossibile.
“I fiori sbocciano e appassiscono, così come una vita nasce e un’altra muore. Cos’è in fondo la vita? Che cos’è la morte?Sono un vampiro. Non ho paura della morte. Non la temo”.
«Che cosa mi hai fatto?»
C’è un Marchio che si riflette nelle ere. Un Marchio molto antico, simbolo di una casta di vampiri. Un Marchio che lega il destino di due vite. Il Marchio de “Le Rose del Male“.
«Sono venuta a prenderti» 
La vita scorre tranquilla per Elia, un giovane vampiro biondo. Ma all’improvviso qualcosa sconvolge tutto il suo mondo e lo porterà indietro nel tempo, fino a un passato oscuro che nemmeno lui conosce. Ma cosa sono queste visioni che lui ha? E perché gli portano dolore? Solo Mayah riesce a capirlo. Ma l’amore tra loro riuscirà a fermare le forze oscure?

Sinossi

Elia era un giovane mortale quando la sua famiglia fu uccisa e lui venne rapito.
Portato in un altro mondo parallelo al nostro, gli viene cancellata la memoria grazie al potente potere di un Marchio, e successivamente viene trasformato in un vampiro, perché ha un compito da svolgere, una missione molto importante: uccidere l’Erede al trono sul Regno di Fera.
Da sempre innamorato di Mayah, una giovane e bellissima strega, tenta però in tutti i modi di allontanarla da sé perché percepisce un grave pericolo incombere su di lui. La notte si sveglia con gli incubi, e pure il colore rosso ha il potere di renderlo vulnerabile creandogli delle visioni. Forse si tratta di una maledizione, o di un passato che non lo abbandona…
Mayah però non accetta questo allontanamento, e tenta in tutti i modi di raggiungerlo per fermarlo, per farlo ragionare e abbandonare la missione. Ma durante il viaggio Mayah viene attaccata da un licantropo. In fin di vita riuscirà a raggiungere Elia? Riuscirà l’amore per lui a sconfiggere la morte?
L’Autrice
Valentina Bellucci è nata il 13 novembre 1988 a Livorno, ma vive da tutta la vita a Santa Luce, un piccolo paesino medievale sperduto tra le dolci colline pisane.
L’amore per l’arte e la letteratura la portano a dipingere e a scrivere racconti, poesie e romanzi.
Quando non è impegnata nella scrittura e nella campagna che lei adora, si dedica anima e corpo al suo blog, che gestisce con estrema cura nei dettagli e dove collabora con altri autori.
“Black Angel – Il Figlio dei Demoni” è il primo romanzo della saga de “Le Rose del Male”.
DETTAGLI
ISBN 9781508508861
Pagine: 305
Buona lettura,
Miriam

Se ti piace Rebel Fashion Blog e gli argomenti che tratta, aiutaci a sostenerlo!
Con una piccola donazione potrai permetterci di migliorarlo con nuove iniziative e tante novità!

Ad un passo dalla felicità

“Sono Sophia, ho 43 anni e ho iniziato a scrivere quasi per caso”, inizia così la storia di Sophia Margò, aspirante scrittrice conosciuta qualche tempo fa.  La sua prima passione è la videocamera, in secondo luogo viene la scrittura. “Ho iniziato a scrivere su temi un po’ particolari, come “Giudy. La storia vera di una grande amicizia” che vuole sensibilizzare sulla tematica delle adozioni nei canili”, mi racconta visibilmente emozionata.

Qualche giorno fa, il 15 febbraio 2015, per l’esattezza, è uscito il suo ultimo racconto breve “Ad un passo dalla Felicità” in vendita su Amazon sia in versione cartacea che in versione ebook.

“Calcutta, una città dai mille volti e colori dove povertà, caste, disprezzo e umanità si mischiano come in una danza continua e infinita. E’ in questo mondo pieno di contraddizioni e sfumature che Anna si viene a trovare. Vivrà un’esperienza umana straordinaria dalla quale, una volta provata, è difficile staccarsi.”

Come è nata l’idea di scrivere un racconto del genere? “E’ un pezzo che ho scritto appena tornata da Calcutta perché volevo lasciare un’impronta di questa meravigliosa esperienza, era troppo corto per farne un libro vero e proprio ma abbastanza lungo per farne un racconto breve. Così ho deciso di pubblicarlo per mostrare agli altri un mondo che comunque affascina molte persone. L’esperienza come volontaria mi ha portato a volere raccontare anche questa parte un po’ particolare, di questo mondo così diverso dal nostro. L’india è davvero un paese dai mille contrasti. E poi là non ci sono affatto tutte persone religiose come si pensa… Ho visto persone di ogni età, razza e religione, tutte unite con lo stesso desiderio: aiutare i poveri!”

Sophia si è dimostrata una donna dalle mille risorse e, infatti, quando le chiedo dei suoi progetti futuri, mi risponde: “Oh, sto scrivendo un altro libro molto particolare, ma da quanto avrai capito io non amo le trame normali!” e scoppiamo a ridere insieme. Una donna che non si ferma mai e che unisce le sue esperienze di vita alla letteratura. Vita e scrittura, secondo me, viaggiano alla stessa velocità, stretti da un legame indissolubile: per me, scrivere è vita. Forse anche per Sophia!

Se siete interessati a leggere “Ad un passo dalla felicità”, potete scaricarlo da Amazon.it!

Buona lettura,

Miriam

Alla scoperta di Tiziana Cazziero e il suo “Ritrovarsi, la forza dell’amore”

10882375_10205627302952048_3388786146377724204_n

“Elisa e Marco sono felici e tanto innamorati, sembra che nulla possa intaccare questa felicità; poi un giorno Elisa riceve un messaggio sul cellulare: Marco la lascia nel peggiore dei modi, con poche righe scritte sul display di un telefonino. Confessa di non amarla più, di voler continuare la sua vita da solo, le intima di non cercarlo e di dimenticarlo per sempre. Che cosa è accaduto? Elisa non crede che lui possa aver smesso di amarla, lo cerca, esige quelle risposte che merita, l’uomo però è come scomparso, ha cambiato città, numero di telefono e anche gli stessi parenti di lui non aiutano Elisa nella sua ricerca. Dopo aver atteso invano sue notizie, Elisa comincia ad arrendersi alla realtà: forse lui davvero non è più innamorato di lei. Forse ha un’altra donna? Domande e dubbi che non trovano alcuna risposta. C’è un nemico silenzioso che cerca di porre fine a questo amore, ci riesce fino a quando Elisa lo scopre, lei forte dei suoi sentimenti, cancella tutto il dolore provato e fa di tutto per riavere il suo Marco. Riuscirà nell’impresa? Lui tornerà da lei?”

Per scoprirlo basta immergersi nelle pagine di “Ritrovarsi, la forza dell’amore”, in vendita su Amazon in formato e-book a soli 0,89 euro… Ma oggi non sono qui per parlarvi del libro!
Vi voglio parlare di lei, l’autrice. Una donna capace di far ridere, emozionare e riflettere.
Il suo nome è Tiziana Cazziero, scrittrice affermata nel mondo della letteratura contemporanea.

La sua carriera inizia nel 2005, quando comincia a scrivere il suo primo romanzo “Voltare Pagina” pubblicato nel 2011 con BookSprint Edizioni.
Ha collezionato diversi racconti brevi e partecipato a diversi concorsi letterari ricevendo segnalazioni e riconoscimenti. Nel 2010 si è classificata seconda al concorso letterario a tema “Streghe e vampiri” indetto dalla casa editrice Giovane Holden. Oggi quel testo è diventato la sua seconda uscita editoriale – Patto con il Vampiro Edito da Libro Aperto Edizioni pubblicato nel 2012. Per sette mesi questo romanzo fantasy è stato uno tra i tre e-book più venduti dal sito della casa editrice. Diverse volte ha scalato la classifica dei best-seller dello store on line Amazon; è stato best-seller anche nelle altre librerie on line.

Dopo aver svolto diversi lavori, ha deciso che scrivere era la strada che voleva intraprendere e che continua a seguire oggi. Si dedica alla promozione di autori emergenti che cercano un supporto nel complesso mondo editoriale. A tal riguardo ha anche pubblicato un manuale nel 2013 – Ho pubblicato un libro: E adesso? – Edito con Libro Aperto Edizioni, un e-book nel quale racconta la sua esperienza di scrittrice e promotrice nel web. Spiega come autopromuoversi e quali sono le eventuali vie e i canali cui rivolgersi per la ricerca della visibilità, racconta la sua esperienza personale. Nello stesso anno pubblica una raccolta di due racconti in un unico libro sulla piattaforma Amazon: Sensazioni dell’anima. Nel mese di febbraio 2014, infine, pubblica il romanzo Quell’amore portato dall’Africa, un cuore nero che batte sempre in regime di self publishing su Amazon.

Non ci resta che aspettare il suo prossimo romanzo, ma nel frattempo gustatevi “Ritrovarsi, la forza dell’amore”.

Buona lettura,
Miriam