Accarezzare un sogno con Aeronautica Militare Man SS18

Oggi voglio dedicare il mio post ai maschietti che frequentano il mio Blog e proprio per questo vi parlerò della nuova collezione SS18 di Aeronautica Militare pensata e realizzata per tutti gli uomini che amano le sfide, che hanno il coraggio di affrontarle e soprattutto il piacere di goderne. I capi Aeronautica Militare hanno forza, carattere e decisa empatia.

La collezione si divide in tre linee: Urban, Action e Up.

Urban Collection – un easywear da indossare tutti i giorni che unisce comfort, praticità ma anche
stile ed eleganza. I colori sobri e mai eccessivi spaziano dal classico blu, in tutte le sue sfumature
e le sue declinazioni, agli immancabili bianco, rosso e verde e vengono introdotte con misura e
rigore nuove tonalità più calde ed estive come l’arancione, il giallo e l’azzurro. Capi adatti ad ogni
momento della giornata con uniformità di stile e di dettagli in cui i loghi, gli stemmi e i fregi, che
rappresentano il DNA di Aeronautica Militare, diventano discreti: rimangono solo l’aquila turrita,
simbolo dei piloti militari, e la coccarda tricolore ad indicare l’esclusività e l’appartenenza.
Action Collection – racconta il mondo più vero e autentico del brand e i valori che incarna e vuol
far conoscere. Ogni stagione Aeronautica Militare sceglie di rendere omaggio ai Reparti Operativi
che hanno contribuito a fare la storia dell’Aeronautica Militare Italiana. Si pone
massima attenzione alla costruzione dei capi, alla scelta dei materiali, alla ricerca dei tessuti e agli
abbinamenti cromatici: ogni capo ha una sua personalità. In alcuni gli aspetti stilistici e grafici
creano contrasti molto forti ed evidenti in linea con la dinamicità del brand, in altri invece si è scelto
di puntare su cromie tono su tono, nei classici colori militari: verde, fango e sabbia e su stampe
camouflage per connotare e interpretare lo stile military in chiave moderna e attuale.
Up Collection – racchiude l’anima più innovativa di questa nuova collezione SS, si punta a
valorizzare il know how dell’azienda e viene data molta importanza alle forme e al design. Vengono
proposti nuovi materiali e nuove tecniche di lavorazione, la qualità del prodotto rimane il cardine
attorno a cui ruota la collezione. Un guardaroba da poter mixare con estrema facilità in un
dualismo tra tradizione e innovazione.

 

Grandi novità della collezione SS18: Denim Division e Easy Care Division.

Due mini collezioni, che vogliono superare i confini della stagionalità ed affiancare la main collection
Aeronautica Militare proponendo tendenze ed esperienze autentiche.

Denim Division – protagonista assoluto il denim, materiale performante e resistente, che grazie a
lavorazioni e lavaggi esclusivi diventa unico. Denim stretch e non, per pantaloni 5 tasche dal fitting
curato, dove sono i dettagli a fare la differenza: la distintiva aquila in metallo sulla quinta tasca, gli
stiching sulle tasche posteriori, la salpa in pelle con l’aquila dorata e la coccarda tricolore e il
Flasher con lo stemma dell’Aeronautica Militare incorniciato dalla locuzione latina “Virtute Siderum
Tenus”, motto che in 3 parole riassume la passione, il valore e l’amore per il volo.

Easy Care Division – dedicata a chi viaggia per lavoro o per diletto e ricerca praticità e comfort.
Easy Care Division propone un total look composto da pochi ma selezionati capi, fra loro
intercambiabili, dalle linee pulite e dal taglio essenziale, tutti morbidi, leggeri e che non
sgualciscono, sono realizzati con materiali tecnologicamente innovativi e all’avanguardia come
Solotex e Deltapeak. Solotex è una fibra innovativa di ultima generazione, dalla struttura
molecolare unica, che è in grado di combinare leggerezza e morbidezza con una straordinaria
memoria di forma, una capacità che rivoluzionerà l’attuale significato della parola comfort.
Deltapeak è invece un materiale in cui performance tecniche e qualità si combinano grazie alle
proprietà fisiche di questo tessuto che offre traspirabilità, leggerezza ed elasticità.

Annunci

Alia e Hussain Harba firmano le borse iconiche Mini-Home!

Mini-Home è la collezione autunno-inverno 2017/2018 di borse firmate dall’architetto e fashion designer iracheno Hussain Harba con la collaborazione della figlia Alia.

Sintesi della ricerca estetica, artistica e della funzionalità, la capsule collection è caratterizzata da una selezione accurata di pellami altamente pregiati e texture lussuose.

Il manico, pratico ed ergonomico, reca la firma dei due designers; oltre ad esso c’è la tracolla, rifinita a mano, che permette alla borsa di essere indossata come handbag o a spalla.

Le Mini-Home sono realizzate artigianalmente in tiratura limitata ed hanno una chiusura doppia. Rigorosamente Made in Italy, indagano tutta la palette cromatica e giocano su accostamenti inediti che, abbinati insieme, diventano un caleidoscopio di stile.

Il nome, Mini-Home, vuole rendere omaggio alla casa intesa come simbolo di sicurezza che cela e custodisce il mondo di ognuno di noi. Con queste bags ogni donna porta infatti con sé il proprio universo personale, racchiuso in un accessorio fashion che coniuga charme ed eleganza, lusso e praticità. Ogni dettaglio, dalla scelta del pellame alla cromia passando per la pochette porta cellulare applicata esternamente e removibile, è frutto della sintesi di design e architettura.

Vere opere d’arte da indossare, le bags sono customizzate e quindi tutte diverse tra loro così da rispecchiare la personalità di ogni donna. Raffinate e grintose, si declinano perfettamente dall’alba al tramonto e sono ideali sia per la business woman sia per chi le vuole indossare ad un party speciale!

Buoni Propositi 2018: ritorni

L’anno è ricominciato nel suo tram tram quotidiano e io mi sono resa conto di una cosa: non bisogna mai abbandonare i propri sogni.

Io l’ho fatto per delle buone ragioni: il lavoro, la casa, la bambina, il marito. Per un anno mi sono anche sentita completa, felice, appagata. Poi è diventata una felicità “per metà”. Mancava sempre qualcosa, ma non capivo cosa.

Per dedicarmi a tante cose ho trascurato quella più importante: me.

…E allora eccomi qui. Nel mio solito ritardo stonato a stilare la lista dei miei buoni propositi per l’anno nuovo che prevedono tutti una parola: il ritorno.

Allora… Cominciamo:

  1. Come prima cosa devo ritornare alle mie origini, qui dov’è nato tutto. E prometto di continuare a scrivere di tutto ciò che mi passa per la testa!
  2. Come seconda cosa devo ritornare a scrivere il libro che non ho mai terminato, ma che ho in testa da un anno.

 

… Ce ne sono anche altri, ma per ora me li tengo per me sperando di poterli condividere presto con voi!

Una novità però posso dirvela: ho un nuovo cambiamento in corso ed è dentro di me. Noa, la mia primogenita, prossimamente avrà una compagnia maschile… A luglio arriverà il mio secondogenito che per ora chiameremo “Nutellino“. Vi lascio immaginare perché porta questo nome!

Le novità sono tante, ma i miei buoni propositi ancora di più!

… E voi volete seguirmi in questa nuova avventura?

Vi aspetto!

San Valentino con BENSIMON!

Si avvicina San Valentino… dolcezza, amore e tenerezza diventano i protagonisti incontrastati di Febbraio scaldando il cuore di tutte le coppie.

Bensimon vuole rendere speciale questo giorno regalando un tocco rosso ai suoi iconici accessori.

Le inimitabili tennis si tuffano in un mare d’amore per riemergere di un rosso intenso da abbinare PER LEI a trousse, zainetti, trolley e tracolle mentre PER LUI a zaini outdoor e borse da lavoro.

Addicted to love, il celebre motto della maison francese BENSIMON si fa invece portavoce di una speciale collezione di t-shirt dedicate al giorno più dolce dell’anno e non solo.

Da regalare alla persona amata o da indossare per accendere un look casual, gli accessori Bensimon  faranno battere il cuore a tutti!

BENSIMON - LOOK (19)

 

World of Beauty: tempo di solari!

L’estate è arrivata con tutto il suo grande caldo e l’unica soluzione è scappare al mare o in piscina. Il sole, l’acqua cristallina, il divertimento… ma quanti di voi si ricordano la protezione solare?

World of Beauty nella sua nuova “Mistery Box” ha pensato alla nostra pelle e… volete vederne il contenuto?


Questi due prodotti sono il connubio perfetto per tornare in città con un’abbronzatura da far invidia… senza però prendere delle brutte scottature!


Come primo prodotto abbiamo una crema protettiva SPF 30, ma il Brand offre nella sua vasta gamma di prodotti anche la 50+ o protezioni minori come la 15. Questa crema, nello specifico, è da 150ml e adatta ad ogni tipo di pelle… in particolar modo ad un foto tipochiaro come il mio. Oltre a proteggere la pelle dai raggi UV, ha un’azione idratante ed anti ossidante. È un prodotto formulato con Olio di Argan, Cocco, Betacarotene e Vitamina E. Si consiglia di applicarla più volte durante la giornata per una protezione completa!


Il secondo prodotto per me è magico! Ho avuto modo di testarlo da qualche giorno e dopo due intere giornate di esposizione al sole, oltre a non essere scottata grazie alla crema protettiva, ho anche una bellissima tintarella dorata. Il suo nome “Super Vitaminic Oil” e stimola la sintesi della melanina per nutrire la pelle e intensificare l’abbronzatura. È formulato con Olio di Argan, Estratto di Carota e Vitamina E. Può essere applicato dopo aver messo il fattore protettivo e potete ripeterlo anche dopo l’esposizione al sole. L’applicazione è molto semplice grazie al dosatore e il flaconcino da 125ml permette di portarlo in borsa sempre con te.

Entrambi i prodotti sono dermatologicamente testati, nickel-tested e si assorbono facilmente sulla pelle per evitare di incorrere in quella sgradevole sensazione di “unto”.

Devo dirvi la verità: sono sempre stata alla ricerca di solari che mi proteggessero senza farmi tornare a Roma più bianca di prima e questi due prodotti firmati World of Beauty mi hanno soddisfatta!

Miriam

A tu per tu con un’attrice dal cuore d’oro: Cristina Miriam Chiaffoni

In questo venerdì piovigginoso ho sentito telefonicamente una mia cara amica dalle grandi doti artistiche. Sto parlando di Cristina Miriam Chiaffoni che sicuramente avrete conosciuto nello spot della Mulino Bianco al fianco di Banderas. Una donna dalle mille risorse, gentile e dal cuore d’oro. Non si perde mai d’animo e porta gioia ovunque vada. Ho deciso di farle qualche domanda per saperne di più sulla sua carriera lavorativa e non solo.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Come è nata la passione per la recitazione? La passione mi è nata da piccolissima. Amavo mettermi davanti allo specchio indossando i vestiti da sera di mamma. Poi a 6 anni sono entrata nel teatro amatoriale di Verona, la mia città di nascita, ed ho cominciato a fare le parti da bimba. Da lì non mi sono fermata più fino ad arrivare a prendere il diploma di attrice al teatro il piccolo di milano con strelher, proclemer, melato e soleri.

Sei entrata nelle case degli italiani grazie alla pubblicità della Mulino Bianco insieme a Banderas, ma quale ruolo ti è piaciuto interpretare tra teatro e televisione? Il ruolo che amo di più e che e’ nel mio cuore e’ quello di mamma nella vita ! Sono una yiddish ed Italian mamy a tutti gli effetti e vivo molto con sensi di colpa questo mio ruolo. Ho due splendidi figli di 18 e 9 anni . Poi se ci penso tre  sono i ruoli che amo di più : nel l’operetta la bruttissima e comica Pomerania del Paese dei Campanelli nell’opera ( sono anche cantante lirica) Carmen e nel teatro di prosa a sorpresa !! Lady macbeth cattivissima e sanguinaria.

Tra i tanti colleghi con cui hai collaborato, chi stimi maggiormente? Ho una stima profonda per tanti colleghi con cui ho lavorato ma quelli del cuore sono un costumista straordinario Eugenio Girardi ed un cantante attore con cui abbiamo condiviso palcoscenici il tenore Enrico Zagni . Aggiungo fra i famosi i direttori d’orchestra Zubin Metha e Daniel Oren musicisti straordinari.

Vuoi parlarmi dei tuoi ultimi lavori conclusi? Ho curato regia e rivestito il ruolo di Hanna Glavari ( protagonista ) nel l’operetta “la vedova allegra ” al teatro di Oleggio poi regia e ruolo di Pomerania nel paese dei campanelli al teatro Nuovo di ferrara con grande successo. Poi ho interpretato un episodio della serie realtà “Cani eroi” secondo episodio su raidue che dovrebbe andare in onda l’8 aprile alle 10,15- al teatro sociale di Cittadella ho tenuto un suggestivo concerto per raccogliere fondi per l’associazione Aiutismo con la fisorchestra di Treviso e ho interpretato a Verona il ruolo della regina Gertrude nell’Amleto di Shakespeare con la compagnia di Venezia Le Sagome . Come vedi sto ben poco ferma!!

Progetti futuri? Dopo un viaggio del cuore in Israele sarò a Roma a girare un film diretto da Biglione con Andrea Roncati e Francesca Einaudi tra gli altri poi vari concerti e il 23 aprile sarò a roma di nuovo a ritirare il premio “roma e’ ” al teatro Olimpico . In occasione del premio mi esibirò cantando e ballando Carmen. Vi aspetto!! Il 30 aprile sarò nel doppio ruolo di Regan e GLocester in Re Lear di Shakespeare al teatro Ai Frari di Venezia.

Domanda a bruciapelo: come ti vedi tra 10 anni? Fra 10 anni sarò sempre così in giro golosa di vita e curiosa piena di amore per la mia famiglia i miei figli e per la mia arte. Forse un po’ più rugosa più grossa ma sempre me stessa.

d8224359-6b04-44f7-bdbd-5f8e6494d1cc

Alla mia piccola Noa

Finalmente ti sei addormentata tra le mie braccia come ogni sera. Ti ho messo a lettone vicino a me e il tuo papà. Ti guardo prima di chiudere gli occhi anche io… come ogni sera. Mi rendo conto che da quando quel 1 febbraio 2016 il test mi annunciava il tuo arrivo la mia vita è cambiata. Ho riposto i miei piccoli grandi sogni dentro ad un cassetto per potermi dedicare completamente a te, la mia prima gravidanza. Non sapevo che cosa volesse dire diventare madre, ma lo sto capendo giorno dopo giorno insieme a te. A te che mi ridi ogni volta che i nostri sguardi si incrociano. A te che mi ascolti mentre ripeto i riassunti degli ultimi due esami che sto preparando. A te che ti svegli con il sorriso. A te che ti addormenti cercando il mio seno con la tua manina. Quello stesso seno che purtroppo ti ho dovuto togliere presto a causa della scarsità di un latte che invece di farti crescere… ti rendeva sempre più piccola. Essere mamma è difficile, soprattutto quando hai da pensare al lavoro e all’università. Devi cercare di conciliare tutto, mettendo al primo posto la tua bambina. Io è quello che sto facendo e, nonostante tutto vada a rilento, l’importante è vederti crescere bene senza farti mancare nulla. Spero di riuscire bene nel mio compito di mamma, ma soprattutto spero che tu te ne accorga. Fare tardi tutte le notti sapendo che, comunque, la sveglia suonerà alle 6 e la giornata finirà 20 ore dopo per poi ricominciare è estenuante… ma il tuo sorriso mi ripaga di tutto. Sempre. Sei tutto ciò che ho sempre desiderato e aspettato. Mi hai capovolto la vita e sei diventata la mia grande certezza. Mi hai reso consapevole che si può amare immensamente e incondizionatamente senza chieder nulla in cambio. Perché l’amore, quello vero, è così. Mi hai fatto crescere e maturare. Addormentarsi abbracciata a te, sapendo che quando aprirò gli occhi sentirò la tua dolce vocina chiamarmi e i tuoi occhioni cercarmi mi fa amare ancora di più la vita. Una vita che per tutti è difficile, ma che tu la rendi così semplice e lo fai senza neanche saperlo! Vado a dormire con la consapevolezza che domani è un altro giorno e che in quel giorno ci sei e ci sarai sempre e solo tu. 

«Ninna Nanna, Ninna Oh,
Questo amore a chi lo do,
Lo do a te finché vivrò,
Solo te io amerò.»

Buonanotte Noa, ti amo.

La tua piccola grande mamma