MiPo: magliette originali fatte a mano!

Buonasera a tutti voi,

questo pomeriggio (per finire la settimana bene) ho ricevuto un bellissimo regalo da Ilaria Militello, una dolcissima fan che segue la mia Pagina Facebook e il mio Blog. Siete curiosi di sapere di che si tratta?

12108741_814387905349426_995722534909696402_n

Tre bellissime magliette in cotone elasticizzato prodotte a mano da lei e dalla sua migliore amica Alice. Incuriosita le ho chiesto di più e… Ho pensato di scriverle questo post per ringraziarla e per farvi vedere le loro creazioni firmate “MiPo”: l’unione delle due iniziali dei loro rispettivi cognomi. Credetemi, tempo di arrivare a casa e… Dovevo assolutamente provarle!

Ilaria ha iniziato a coltivare questo hobby circa un anno fa quando si è iscritta alla scuola di Arte e Moda di Asti, la sua città.
Queste magliette sono molto particolari, come avrete modo di vedere, allora la domanda è sorta spontanea: “Da dove prendono ispirazione?”
Ilaria mi ha spiegato che loro “seguono molto la moda giapponese e coreana, ma spesso le idee vengono così”… Si lasciano ispirare dalla stoffa!

Ora, però, non voglio dilungarmi e vi mostro i modelli super carinissimi realizzati con tessuto elasticizzato, maglina, pizzo, cotone e bottoni. Vi anticipo che adoro la frase scritta nel retro della maglietta grigia… Volete scoprire perché? Allora guardate la gallery!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Miriam

Annunci

Notte dei cristalli, storia di una sopravvissuta

Ilaria Militello è una giovane scrittrice di vent’otto anni che, in occasione della Giornata della Memoria, ha deciso di pubblicare sulla piattaforma Amazon in Self-Publishing, ovvero senza l’aiuto di una casa editrice, il suo racconto breve “Notte dei cristalli: storia di una sopravvissuta”.

Cover Libro

I personaggi nella storia sono inventati, scaturiti dalla sua fantasia, ma ciò che accadde in quei campi purtroppo no: è tutto reale. L’ebook parla di Ester, donna che ha vissuto gli orrori di Auschwitz. Grazie alla fede e all’ amore è potuta sopravvivere a giorni tremendi, a sofferenze che solo chi ha vissuto quei momenti può comprendere. A distanza di anni, nell’anniversario dell’apertura dei cancelli racconta la sua storia alla giornalista Heidi che viene colpita per il coraggio e la voglia di credere in un domani migliore, che lei e la sua gente hanno avuto nonostante tutto quello visto e vissuto. Un piccolo racconto di poche pagine, diciotto per l’esattezza, ma di un’intensità lacerante.

Una piccola storia da poter leggere ovunque, da tablet o smartphone, nel tram tram della vita quotidiana. Fa piacere vedere giovani ragazzi che nonostante la loro vita o quella dei loro nonni non sia stata colpita dalla razzia ebraica, continuano a ricordare e lo fanno attraverso un filo indissolubile che lega gli avvenimenti storici alla letteratura. Scambiando quattro chiacchiere con l’autrice, ci confessa: “E’ una storia che insegna a credere e ad avere fede perché anche dopo la tempesta più lunga e tremenda sorge sempre il sole. Questo, oltre a dirlo io, lo dice anche la nostra protagonista Ester! E’ una storia che ho voluto scrivere per non dimenticare, ma soprattutto per non dimenticarli. Sei milioni di persone sono andate perdute e io, come penso le altre autrici che trattano l’argomento Shoah, seppur con storie inventate, speriamo di restituire un volto a quei morti che potrebbero esserci tutt’oggi familiari. 70 anni fa potevano essere il fornaio sotto casa, il collega di lavoro, il vicino di palazzo e così via. Tante famiglie, come quella di Ester, si sono disgregate dentro quei campi… Ma non voglio togliervi il piacere della lettura quindi non vi rivelo altro ma spero che ne farete buon uso!”

Little Rosie, l’erede di Argon

Secondo appuntamento giornaliero dedicato alla scrittura!

Questa volta vi parlo di un’altra giovane scrittrice esordiente, Ilaria Militello, che ho seguito personalmente per altre sue opere molto interessanti, tra cui un racconto breve dedicato alla Giornata della Memoria. Il romanzo che voglio presentarvi oggi è il fantasy “Little Rosie – L’erede di Argon”, edito Eus Edizioni e pubblicato a Gennaio 2015.

E’ un libro molto piccolo composto da 86 pagine, ma è molto scorrevole e semplice nella sua chiave di lettura. Si tratta di una pubblicazione cartacea, vi consiglio quindi di acquistarlo su IBS.it.

11039384_1575954619317767_1910083552_n

Trama
“La piccola Rosie non ha le ali e questo non sarebbe un problema se vivesse nel mondo umano ma lei è un angelo e nel suo mondo si nasce con le ali.
Rosie dovrà cercare delle risposte e forse il viaggio che intraprenderà alla ricerca del fratello scomparso le svelerà questo mistero che da sempre l’angoscia. Accompagnata da Cassio un angelo nero, scoprirà verità sconcertanti e un amore da far mancare il respiro.
Un’avventura fra misteri e amore, fra ali bianche e nere che vi farà volare in un mondo nuovo.”

Prossimamente proverò a recensirlo, nel frattempo vi auguro buona lettura!

Miriam