Distruzione e rinascita

Oggi, come tutti i miei correligionari nel mondo, sto facendo il digiuno di Tisha b’Av.

Perché in questo giorno si digiuna? Perché è il più triste giorno nella storia ebraica. Le più grandi disgrazie del nostro popolo sono quasi sempre avvenute in questa data ebraica, seppur in anni diversi.

  

Chi mi conosce da un po’ sa che credo molto nelle coincidenze e proprio alla vigilia di questo lutto mi è successa una cosa poco piacevole. Niente di grave, per carità. Ma l’ho preso come un segno del destino. Proprio in questo giorno, infatti, ho messo fine ad un percorso che negli ultimi tempi mi aveva portato a soffrire.

E ora? Ora risorgerò dalle mie ceneri come ha sempre fatto il mio popolo. Con questo pensiero mi sento meno sola e più forte. E tornerò a sorridere, giuro. Magari non oggi, ma già domani sarà un giorno migliore. Lo prometto.
Miriam