10 indizi per capire se ti tradisce!

infedelta-matrimoniali

Cogliere un infedele con le mani nel sacco non è poi così facile. Secondo un nuovo recente sondaggio, solo il 15% delle donne e il 18% degli uomini che regolarmente tradiscono il partner si sono mai fatti scoprire. Inoltre, solo il 30% degli infedeli ha notato sospetti da parte del partner, tornando a casa dopo un incontro con l’amante.

Victoria Milan, noto sito di incontri per persone sposate o impegnate in cerca di scappatelle, ha intervistato 5,780 dei suoi utenti attivi per scoprire qual è la reazione di un infedele colto in flagranza di reato e quali sono i “comportamenti tipici” di una persona infedele.

Essere scoperti durante un incontro con l’amante è ciò che tutti gli infedeli temono maggiormente. Quando capita, le reazioni delle donne sono molto diverse da quelle degli uomini. Più di un terzo delle donne ammetterebbe la verità senza tentare di negare l’evidenza. Gli uomini invece si dividono tra quelli più propensi alle bugie fingerebbero sorpresi, e quelli più orientati ad ammettere le proprie colpe. Un’altra reazione molto comune tra gli uomini è quella di negare sfacciatamente di avere fatto sesso con un’altra donna.

Gli infedeli intervistati hanno fornito una serie di informazioni utili a chi sospetta che il proprio partner abbia una relazione extraconiugale. La maggior parte di essi dice che i segni più evidenti siano: attenzione quasi compulsiva per la propria privacy – tenendo il telefono sempre sotto agli occhi e proteggendo le email e altri contenuti con password (33%), distanza fisica e difficoltà a guardare negli occhi l’altra persona (15%) e, infine, inusuale attenzione per l’abbigliamento e l’aspetto fisico (13%).

I 10 comportamenti tipici di un partner infedele

#1 È particolarmente attento/a alla propria privacy
#2 Mantiene le distanze e evita di guardarvi negli occhi
#3 Si preoccupa del suo aspetto fisico e presta particolare attenzione agli indumenti che indossa
#4 Assume un comportamento inusuale: ignora le questioni familiari e si concentra su altro
#5 Fa la doccia a orari strani o nasconde i panni sporchi
#6 Dimentica i suoi alibi e si confonde con le diverse informazioni raccontate
#7 È particolarmente dolce per via dei sensi di colpa
#8 Ha segni di rossetto sui vestiti o ha un profumo diverso dal solito
#9 Va a letto trovando scuse per non fare sesso
#10 Nasconde ricevute e scontrini

L’amministratore e fondatore di Victoria Milan, Sigurd Vedal, commenta i dati dicendo che gli infedeli sono tutt’altro che sfacciati.

“Chi meglio dei nostri infedeli può svelare i comportamenti tipici di chi tradisce il partner? Trovandosi molto spesso in situazioni delicate, sanno come affrontare determinate cose. La nostra ricerca dimostra che i nostri utenti sono bravissimi a gestire le loro scappatelle, se consideriamo che solo pochi si sono fatti scoprire”.

… E voi che ne pensate?

Miriam

Annunci

Principe Azzurro… Dove sei?

Ieri, in un venerdì pensieroso, come un flash, mi è venuta in mente una cosa che l’uomo di oggi non riesce proprio a capire: tutte le donne, anche le più insensibili, ogni tanto hanno bisogno di sentirsi “principesse”.
In che modo? Bisogna amarle, coccolarle e ogni tanto “viziarle”. Niente di esagerato o di impossibile, dai!

Purtroppo, però, ci sono uomini che non sono in grado di sorprendere la loro donna (almeno una volta ogni tanto) e danno tutto per scontato, entrando nella monotonia della quotidianità. Quanto odio la monotonia! Io che ho sempre bisogno di darmi nuovi stimoli… La quotidianità non fa proprio per me!

Anche un piccolo gesto può essere importante. In questo caso il mio problema è che quello che vorrei fosse fatto a me… Lo faccio agli altri.
Ciò comporta che un mio futuro marito sarà coccolato e corteggiato, si ritroverà ogni tipo di sorprese dalle più dolci alle più divertenti… E così via.

Io sono contenta di tutto ciò, amo rendere le persone felici… Ma, inesorabilmente, mi chiedo:
Quando potrò sentirmi anche io così corteggiata e amata?
Quando arriverà l’uomo pronto a sorprendermi?

Principe azzurro… Se esisti batti un colpo!

 

Rettifica pubblicata sul mio profilo Facebook personale: 

Ci tengo a precisare che ciò che ho scritto precedentemente non è assolutamente personale e neanche riferito a persone in particolare. È una frase scritta per ironia e che rispecchia la maggior parte dei maschietti. Per chi conoscesse la piattaforma sa bene che più volte ho fatto ironia sugli uomini e sul rapporto che hanno con le donne. Invece di prenderla sul personale e fare chiamate… FATEVE NA RISATA!

Miriam

 

 

Se ti piace Rebel Fashion Blog e gli argomenti che tratta, aiutaci a sostenerlo!
Con una piccola donazione potrai permetterci di migliorarlo con nuove iniziative e tante novità!

Un distorto equilibrio

Esistono nel mondo milioni di coppie innamorate e felici, o almeno apparentemente.
Questa apparenza non è basata sul ciò che si vuole far vedere agli altri.
Tutto, infatti, parte da una convinzione che si insinua nella mente della persona che, nella maggior parte delle volte, è la più innamorata.

Si può definire, in una coppia, chi dei due ama maggiormente l’altro?
E’ giusto dire: “Ehi, tra noi due quello che prova un’amore più intenso, vero e magari anche puro… Sono io.” ?

Eppure, arriva un momento in cui, nonostante tutte le benevoli auto-convinzioni, il mondo sembra crollarti addosso per il troppo dolore che quel rapporto crea. Cominci a capire che in quell’amore immenso, di così grande non è rimasto niente.

Si instaura una sensazione di in-equilibrio.
Ti senti come se non riuscissi più a capire; come se tutto corresse più di te e non puoi, non riesci, a stargli dietro. Allora ti fermi ed è lì che sei perduta.

Chi sei adesso?
Che persona sei diventata?
Quante bugie hai sopportato?
Quante volte hai fatto finta che tutto andasse bene?

Non riesci più a capire chi sei e dove ti eri preposta di andare. Sogni, obiettivi, viaggi.
Improvvisamente ti sei ritrovata a dover condividere con la tua mente, e con il cuore, la paura di dover scoprire verità che non ti appartengono.
Dentro di te si è creata una visione distorta di un’amore che sarebbe dovuto durare per sempre.
Forse è quello che fa più male.
Pensavi “fosse per sempre”.
Avevi già in mente il vostro “lieto fine”, come nei film.
Siete i registi della vostra storia sentimentale, ma non tutti sono capaci a recitare.
Un’amara verità che in pochi riescono a mandare giù.
Forse è questo il vero problema e qui mi metto in discussione anche io.
Non siamo capaci a guardare in faccia la realtà e ci sentiamo “meglio” nel distorto equilibrio che in tutti questi anni è diventato il nostro habitat naturale.

Miriam