Tributo all’intramontabile Jane Austen

Articolo a cura di Elisa Medaglia

Oggi in questa sezione letteraria, vorrei parlarvi di Jane Austen, una delle mie autrici preferite, ho letto i suoi libri migliaia di volte, ed ogni volta in cui mi immergo nel suo mondo mi sembra di partire per l’Inghilterra con una cara amica che mi conosce come un libro aperto.

Per parlare della Austen inizierei con le parole dedicatele da Virginia Woolf: 

“Qualunque cosa lei scriva è compiuta e perfetta e calibrata. […] Il genio di Austen è libero e attivo. […] Ma di che cosa è fatto tutto questo? Di un ballo in una città di provincia; di poche coppie che si incontrano e si sfiorano le mani in un salotto; di mangiare e di bere; e, al sommo della catastrofe, di un giovanotto trascurato da una ragazza e trattato gentilmente da un’altra. Non c’è tragedia, non c’è eroismo. Ma, per qualche ragione, la piccola scena ci sta commuovendo in modo del tutto sproporzionato rispetto alla sua apparenza compassata. […] Jane Austen è padrona di emozioni ben più profonde di quanto appaia in superficie: ci guida a immaginare quello che non dice. In lei vi sono tutte le qualità perenni della letteratura.”

The Common Reader, Hogarth Press, Londra 1925

Ho trovato in queste parole la descrizione perfetta per Jane Austen, parole che ogni persona che ha amato i suoi romanzi ed i suoi personaggi le dedicherebbe. 

Rileggendo i suoi romanzi, oggi troviamo delle caratteristiche quasi moderne nei personaggi; ognuno di loro ci da la possibilità di riflettere sulle sfumature dell’animo umano, nessuno di loro è perfetto, ma dedito alla perfezione, ognuno di loro in ogni romanzo si ritrova quasi sempre a dover fronteggiare le proprie convinzioni e anche a scontare, in modo leggero e romantico, le proprie colpe. I protagonisti della Austen sono personaggi caratteristici, ognuno ha le proprie particolarità ed è modellato a sé stesso.  Altri personaggi sono testardi, quasi odiosi, che ritengono di dover ribadire il proprio ceto sociale in ogni occasione, opportunisti, egoisti e subdoli seduttori; infatti alcuni di essi sembrano creati appositamente dalla Austen per crearci un’antipatia nei loro confronti, un’antipatia così forte che è impossibile che rimangano simpatici a qualcuno. Le vere protagoniste della sua letteratura sono le donne a cui ha dato vita, donne quasi esemplari, donne forti che sanno farsi rispettare, ma anche donne timide, pazienti, innamorate  dell’amore, restie nell’innamorarsi, presuntuose, ingenue, intelligenti, allegre ed energiche, come la mia amata Elizabeth Bennet in Orgoglio e Pregiudizio. 

Anche gli uomini della Austen hanno un fascino tutto loro; nei romanzi troviamo uomini giusti, saggi e desiderabili dal mondo, con un fascino fuori dal comune e di buon cuore, ma anche straordinariamente complessi come Darcy che, anche se incline al pregiudizio, si rivelerà di dignità eccezionale, di bontà e di una generosità ineguagliate. 

“Elizabeth, che s’era piuttosto aspettata di ferirlo, rimase meravigliata della sua galanteria; ma v’era in lei un misto di dolcezza e birichineria che le rendeva difficile offendere la gente; e Darcy non era stato mai tanto affascinato da una donna quanto si sentiva ora affascinato da Elizabeth.” Orgoglio e Pregiudizio

Per quanto possa essere ironico il modo di scrivere di Jane Austen è riuscita a descrivere con grazia l’epoca in cui viveva, di cui ne era spettatrice e anche protagonista, raccontando semplicemente storie che per lei erano il quotidiano. Le opere di cui oggi possiamo godere sono:

  • Ragione e Sentimento;
  • Orgoglio e Pregiudizio;
  • Mansfield Park;
  • Emma;
  • L’abbazia di Northanger;
  • Persuasione.

I racconti:

  • Lady Susan;
  • Sandinton;
  • I Watson.

“Sette anni non basterebbero a fare in modo che certe persone si conoscano l’un l’altra, mentre per altri sette giorni sono più che sufficienti.”

Ragione e Sentimento

I romanzi di Jane Austen sono ironici, piacevoli e scorrevoli, ogni finale ha una morale che ha tanto da insegnare a tutti, i personaggi e le storie d’amore fanno sognare ogni lettrice o lettore che, leggendoli, riesce ad immergersi completamente nelle storie, immedesimandosi in uno dei personaggi.  

Parlando con altre persone, mi sono resa conto che molti non conoscono la Austen e ritengo che sia un gran peccato; penso che nella vita almeno un libro di Jane Austen vada letto, è un piacere troppo grande per doversene privare. 

“Vi offro di nuovo il mio cuore che è ancor più vostro di quando lo spezzaste quasi otto anni e mezzo or sono. Non abbiate l’ardire di affermare che l’uomo dimentica più in fretta della donna, che il suo amore finisce prima. Non ho amato che voi. Ingiusto posso essere stato, debole e risentito lo sono certamente stato, ma incostante mai. Per voi soltanto sono tornato a Bath e senza di voi non posso immaginare il mio futuro.” Persuasione

Annunci

World of Beauty: maschere per tutti i tipi di pelle!

Oggi torniamo a parlarvi del marchio “World of Beauty” che ci ha scelto nuovamente per poter collaborare insieme nella recensione di una bellissima Beauty Box dedicata al viso e in particolar modo alle maschere.

Per me si è trattato di amore a prima vista già dall’arrivo del cofanetto super comodo per i weekend fuori porta. Vista la sua capienza è possibile metterci dai trucchi alla nostra beauty routine quotidiana per non lasciare nulla a casa.

Il pacco è composto da qualche campioncino e cinque prodotti: un prodotto dedicato alla detersione della pelle e quattro maschere tutte diverse tra loro che mi sono divertita tantissimo a provare. La differenza tra il “prima” e il “dopo” si è vista a occhio nudo e, nonostante ci abbia messo una settimana per provarle tutte, è stata la Beauty Box più bella in assoluto dall’inizio della nostra collaborazione.

Voglio, però, andare come sempre per gradi e analizzare insieme prodotto per prodotto in modo da poterne scoprire a pieno le sue funzionalità. Iniziamo!

Couper Cleansing Milk Bio è un prodotto bioceutico che deve essere utilizzato prima dell’applicazione della Beauty Mask da noi desiderata e serve per la detersione della pelle (viso, collo e decollete). Si applica mettendo una noce del prodotto nella mano e massaggiandolo sulle zone da trattare per poi risciacquarlo. Ha la funzione di latte-tonico 2 in 1 e, in caso di forte disidratazione, si consiglia di utilizzarlo come impacco per qualche minuto. Lo consiglio vivamente per ogni tipo di pelle, sono sicura che non rimarrete deluse! 


Reviva Detox Mask non è una semplice maschera, ma deve essere utilizzata prima delle maschere patch come una semplice crema per massimizzare l’azione della mask o anche la notte prima di andare a dormire. Si tratta di una maschera anti-pollution, anti stress, ossigenante e che può essere applicata anche la notte come una normale crema grazie alla sua tecnologia overnight (durante la notte si sincronizza con il naturale processo di rigenerazione cellulare ed apporta un’azione illuminante molto efficace).

Adesso entriamo nel vivo della recensione e andiamo a provare le tre maschere specifiche su cui ho concentrato molto la mia attenzione.

Jamululur Repair Mask è una cooling mask ideale per quella pelle tendente ad arrossamenti e discromie. I principi attivi sono concentrati in un complesso hydrogel che rilascia gli stessi durante i 20 minuti di prova. Forse il tempo è leggermente tanto per chi va di fretta, ma i risultati sono garantiti e poi… Ogni tanto fa bene prendersi qualche minuto per noi!

Jeunesse Mask è, invece, una maschera ultraidratante in biocellulosa che elimina quella spiacevole sensazione di pelle stanca che a volte sembra “tirare”. Riequilibra, infatti, il naturale processo di auto idratazione della pelle. Per provarla ho seguito le istruzioni dell’Azienda applicando in primis il prodotto per la detersione del viso, poi la Reviva Detox e infine tutto il gel contenuto nella bustina della Jeunesse Mask e la maschera stessa fino a quando non ho sentito che era completamente asciutta, 30 minuti circa. Se non volete aspettare troppo potete toglierla anche dopo 20 minuti e procedere alla vostra quotidiana beauty routine.

Charcoal Patch Mask è la mia preferita di tutta la box: una maschera patch in tessuto sterile imbevuto di principi attivi unici nel suo genere con estratto di pistacchio tropicale e carbone attivo di bamboo. Questi principi favoriscono un’azione progressiva nella riduzione delle imperfezioni della pelle come i pori dilatati o le micro cistine. L’azienda afferma che in un mese di utilizzo con 3 applicazioni settimanali vedrete ridotte le vostre micro cistine del 35%, ma non avendo questa problematica non saprei dirvi. Il Principio Attivo all’interno della busta (quello in eccesso) può essere utilizzato come Siero di bellezza da utilizzare dopo la rimozione della maschera e prima dell’applicazione della vostra crema quotidiana.

Ringrazio ancora di cuore l’Azienda World of Beauty per aver rinnovato la nostra collaborazione e posso dire con certezza che promuovo tutti questi prodotti a pieni voti. Se li avete provati o volete fare qualche domanda per capire quale sia meglio per il vostro tipo di pelle… Aspetto i vostri commenti qui o sulla Pagina Facebook.

Miriam Spizzichino

Al via la terza edizione del Fashion Connection Lounge

Sabato 4 marzo torna a Roma il Fashion Connection Lounge di StyleBook, manifestazione dedicata alla valorizzazione dei giovani talenti del fashion design che giunge alla terza edizione, questa volta tutta al femminile.


Sotto la direzione artistica di Federica Bernardini saranno proposte le creazioni di otto stiliste: Draga Hadzhieva, Pinda Kida (presentata dall’associazione NIBI), Harriet Lind, Myriam Lo Prete, Valentina Pagliacci, Lucrezia Rinaldi, Simona Tuzio e Maria Cristina Vespaziani.

Fashion Connection Lounge non è la solita sfilata ma un evento coinvolgente, incentrato sul confronto costruttivo tra designer e blogger: ogni stilista, dopo aver esibito in passerella alcune creazioni della propria collezione, sarà intervistata dalle blogger ospiti della serata che “investigheranno” sul suo lavoro, dando modo anche al pubblico di conoscere meglio e più da vicino cosa c’è dietro la professione del designer e dietro la creazione di un abito o di un accessorio di moda. A coordinare le blogger e moderare gli interventi sarà Claudia Giordano, autrice del blog BlondyWitch.

Durante la serata sarà anche presentata la nuova collezione “Peace” firmata Marcella Milano, sponsor dell’evento: pregiate fashion bag di lusso ispirate all’antica filosofia cinese dello Ying e Yang.


Quest’anno lo show avrà una presentatrice d’eccezione, Elena Travaini, ballerina affetta da una grave disabilità visiva, diventata nota al grande pubblico per la sua partecipazione come ospite a Ballando con le Stelle 2016 insieme al suo compagno di danza e di vita Anthony Carollo, con il quale ha fondato Blindly Dancing – Danzare ad occhi chiusi, Associazione che si pone l’obbiettivo di far vivere a tutte le persone indistintamente un’esperienza di danza al buio come metodo per abbattere le proprie paure, immergendosi per alcune ore nel mondo delle persone non vedenti.

L’evento avrà luogo presso l’OS Club, suggestiva location a due passi dal Colosseo all’interno del Parco di Colle Oppio.

Fashion Connection Lounge è un format ideato da StyleBook (www.stylebook.it), social network della moda e associazione culturale attiva nel favorire l’incontro e la collaborazione tra artisti ed operatori appartenenti a campi creativi diversi, con particolare attenzione alla moda, al design e alla fotografia. Le scorse due edizione del Fashion Connection Lounge hanno visto la partecipazione di ventotto creativi e il coinvolgimento di un centinaio di blogger.

Non dimenticare: Sabato 4 marzo – h. 21:00 OS Club – Via delle Terme di Traiano, 4A – Roma

Per informazioni: http://www.stylebook.itinfo@stylebook.it

Miriam 

Veratour e l’inviato speciale: La Vacanza è Social!

Salve a tutti voi! Oggi si torna a parlare di vacanze e nello specifico dell’azienda Veratour che vanta ben 25 anni di esperienza nel settore vacanze e mantiene forte il suo focus sulla valorizzazione del Made in Italy, consentendo a coloro che organizzano un viaggio in mete esotiche e lontane di poter contare sull’assistenza e sui servizi di animazione in lingua italiana e la cucina esclusiva curata da chef professionisti. Che cosa hanno “combinato” questa volta? Beh, un progetto tutto da scoprire che riguarda due blogger in particolare selezionate dal Tour Operator: Valentina Cappio (www.thefamilycompany.it) che dal 1 al 8 giugno 2015 sarà ospitata presso il Veraclub Palm Beach Resort & Spa in Madagascar, e Cristina Rampado (www.crinviaggio.com) che dal 2 al 9 giugno 2015 trascorrerà una vacanza presso il Veraclub Jaz Oriental a Marsa Matrouh in Egitto. Le due blogger prenderanno parte ad un viaggio organizzato da Veratour e dovranno documentare, attraverso il proprio blog e i propri canali social, la propria esperienza di viaggio. Entrambe le blogger selezionate sono mamme: un particolare non secondario per Veratour, dal momento che il tour operator offre una vasta gamma di servizi e attenzioni e intrattenimento per garantire un soggiorno sereno al target delle famiglie con bambini. Veratour metterà a disposizione una piattaforma http://inviatospeciale.veratour.it dove potrete ammirare tutti i contenuti generati dall’iniziativa. A quanto pare “La Vacanza è Social” con l’#inviatospeciale! Proprio questo motto sintetizza perfettamente lo spirito dell’iniziativa: creare un affresco di immagini, emozioni e idee che offriranno a tutti gli utenti molto più di un assaggio di quello che può offrire una vacanza Veratour, con tutta l’autorevolezza e l’autenticità riconosciuta ai travel blogger professionisti. Con questa ambiziosa iniziativa, Veratour conferma la propria anima di tour operator 2.0. Con una Community di oltre 180.000 utenti e un vasto programma di attività di comunicazione on-line, l’azienda ha dedicato negli ultimi quattro anni un’attenzione sempre crescente per il Web e i Social Network promuovendo la propria idea di vacanza a base di comfort, stile e divertimento pur conservando una politica commerciale totalmente incentrata sul ruolo strategico rappresentato dalle agenzie di viaggio. Volete saperne di più? Cliccate nell’immagine sotto! Vi lascio anche ad una splendida gallery:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aria d’estate, aria di vacanze… Finalmente! Miriam

Se ti piace Rebel Fashion Blog e gli argomenti che tratta, aiutaci a sostenerlo! Con una piccola donazione potrai permetterci di migliorarlo con nuove iniziative e tante novità!

Nuovo traguardo!

Buongiorno a tutti voi che mi seguite,

nel mese di Marzo Rebel Fashion Blog ha superato le 6mila visualizzazioni.

Un bellissimo traguardo, non c’è che dire. Un traguardo che ho voluto “inaugurare” con l’implementazione del tasto “Donazione”.

Se ho raggiunto un risultato così alto di visualizzazioni, al paro di alcune piccole testate giornalistiche, è per l’impegno costante che ci ho messo... anche economicamente. Purtroppo mi sostengo da sola e determinate spese fatico a coprirle, ma continuo a farlo per amore e per passione.

Chi vuole sostenermi, aiutarmi, può farlo cliccando sul pulsante rosa che troverete alla fine di ogni articolo. Grazie al vostro sostegno potrò continuare a proporvi notizie da tutto il mondo sugli argomenti più disparati. Potrò continuare a collaborare con i brand di Moda, facendovi vivere in prima linea il backstage. Potrò continuare a segnalarvi i giovani che mi scrivono dicendo di voler inseguire il loro sogno (e io, dove posso, cerco di dare una mano)… Ma non solo.

Ci saranno nuove iniziative in vista che potrò svelarvi solo al raggiungimento del budget previsto per la loro realizzazione. In queste iniziative i protagonisti sarete voi.

Rebel Fashion Blog sta iniziando ad espandersi e vuole farlo con chi ha reso possibile tutto ciò. Siete pronti?

Sostieni Rebel Fashion Blog… Basta poco!

Guadagni online? Con Buzzoole si può!

Ciao a tutti,

non so quanti di voi hanno notato che da un paio di mesi pubblico articoli in collaborazione con marchi conosciuti come Radio Dimensione Suono, Chateau d’Ax, Danone, etc. Tutto ciò, in veste di blogger, è stato possibile grazie ad una piattaforma che si occupa di fare da tramite per aziende e blogger, portando un guadagno online a chi scrive.

buzzoole_logo

Il guadagno avviene tramite crediti Buzzoole che vengono convertiti in buoni Amazon. Da quando collaboro con loro, il mio shopping compulsivo su Amazon è aumentato vorticosamente!

Ma andiamo per fasi e vi spiego come funziona… Prima di tutto dovete cliccare qui: http://buzzoole.com/guadagna-online

Novità del mese è che, iscrivendovi, vi ritroverete già nel “portafoglio virtuale” 30 crediti Buzzoole che equivalgono a 10 euro. Per convertirli in buoni Amazon, però, dovete aspettare di arrivare ad un minimo di 50 crediti.

Le fasi per iniziare a guadagnare sono poche e semplici:

  1. Registratevi al sito, collegandovi tramite l’account Facebook o Twitter. Ciò velocizzerà di molto l’iscrizione!
  2. Aggiungete i vostri Network nel profilo (Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram) e i vostri blog che in seguito andranno verificati tramite un semplice link da copiare sul vostro sito.
  3. Partecipate alle campagne: in base al vostro profilo e ai requisiti delle campagne, sarete invitati a partecipare alle campagne Buzzoole scrivendo post sui social network o articoli sul blog, e riceverete ogni volta da 30 a 70 e più crediti.
  4. Convertite i vostri crediti in buoni Amazon: bastano 50 crediti per avere un buono da 15 euro; 100 crediti per un buono da 50 euro; 150 crediti per un buono da 100 euro.

Buzzoole. Be social, Be valuable!

Buon lavoro!

Miriam