La poltrona icona del design “Joe” si trasforma con Hussain Harba e Poltronova!

L’architetto e designer Hussain Harba, di cui abbiamo già parlato qui, è special guest dell’evento I Love IT – Design for Heritage organizzato da CNA Torino nell’ambito di “Torino City of Design 2018”.

Protagonista è la poltrona Bloom realizzata dal designer iracheno e presentata al MIAAO (Museo Internazionale di Arte Applicata Oggi) di Torino nel 2017.

Nata dall’incontro tra Roberta Meloni, presidente del Centro Studi Poltronova, e l’architetto Hussain Harba, Bloom è una limited edition di 24 poltrone composta da 4 esemplari in 6 varianti di colore. L’opera celebra la poltrona Joe che fu disegnata da Jonathan De Pas, Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi in onore del famoso campione di baseball Joe Di Maggio. L’esemplare fu prodotto a partire dal 1970 proprio da Poltronova ed è un’icona del design esposta in musei ed importanti collezioni di tutto il mondo. 

Con Bloom, Hussain Harba interviene sulla superficie dell’oggetto, creando un appeal elegante e delicato. I tralci di fiori stilizzati gli conferiscono una nuova leggerezza, così come il colore – altro elemento innovativo rispetto a Joe – gli regala una carica sensoriale ed emozionale, senza tuttavia modificarne il carattere originale.

Ogni poltrona è un pezzo unico, realizzato a mano da Poltronova con cura sartoriale e con materiali di altissima qualità. Oltre alle tre marchiature di Joe, per questa serie limitata, ogni poltrona è anche numerata e firmata da Hussain Harba.

Accolta con entusiasmo dalla critica, Bloom pare essere il primo intervento su un oggetto storico del design internazionale!

Annunci

Bijoux D’Amour, la bigiotteria personalizzata fatta con amore!

Buongiorno ragazzi,

oggi mi è finalmente arrivato un pacco di un bellissimo acquisto fatto qualche settimana fa… Siete curiosi? Allora passiamo allo spacchettamento!

Bijoux D’Amour è un marchio nato dall’estro creativo di Valentina Mieli, giovane designer romana.
Bijoux D’Amour nasce per caso: La designer mentre costruiva dei pezzi di bigiotteria della nonna ha creato una collana e un bracciale con dei simboli. Una volta postato il tutto su Facebook ha cominciato a ricevere molte richieste su dove poterli trovare. Dopo tre mesi ha ricevuto la chiamata dal Museo Ebraico di Roma per la produzione di alcuni oggetti religiosi.
Da quel giorno è stato un percorso in salita, ma con molte soddisfazioni. Le sono arrivate, infatti, proposte da Gerusalemme e dall’America. Comincia, così, a crescere con prodotti non solo religiosi e soprattutto personalizzati.
Tutto ciò che fa non è possibile trovarlo in altri negozi. Sono tutti pezzi unici nati dalla sua immaginazione e con l’aiuto di un valido laboratorio vengono realizzati. Valentina si descrive come una designer che crea tutti i giorni e un semplice disegno fatto a mano riesce a diventare un pezzo di bigiotteria unico nel suo genere. I suoi gioielli sono creati con amore per la gente che li richiede e da ciò nasce proprio il nome!

Come ben sapete sono una romanticona e, quindi, mi sono regalata un bracciale con il simbolo dell’infinito e un cuore. Indovinate che ho fatto incidere nel cuore? L’iniziale del mio Lui e la nostra data!

12096191_522585221243719_5377049028324798265_n

Vi piace?

Potete trovare i suoi prodotti su Facebook e prossimamente sul suo sito ufficiale che è in fase di costruzione!

Miriam

MiPo: magliette originali fatte a mano!

Buonasera a tutti voi,

questo pomeriggio (per finire la settimana bene) ho ricevuto un bellissimo regalo da Ilaria Militello, una dolcissima fan che segue la mia Pagina Facebook e il mio Blog. Siete curiosi di sapere di che si tratta?

12108741_814387905349426_995722534909696402_n

Tre bellissime magliette in cotone elasticizzato prodotte a mano da lei e dalla sua migliore amica Alice. Incuriosita le ho chiesto di più e… Ho pensato di scriverle questo post per ringraziarla e per farvi vedere le loro creazioni firmate “MiPo”: l’unione delle due iniziali dei loro rispettivi cognomi. Credetemi, tempo di arrivare a casa e… Dovevo assolutamente provarle!

Ilaria ha iniziato a coltivare questo hobby circa un anno fa quando si è iscritta alla scuola di Arte e Moda di Asti, la sua città.
Queste magliette sono molto particolari, come avrete modo di vedere, allora la domanda è sorta spontanea: “Da dove prendono ispirazione?”
Ilaria mi ha spiegato che loro “seguono molto la moda giapponese e coreana, ma spesso le idee vengono così”… Si lasciano ispirare dalla stoffa!

Ora, però, non voglio dilungarmi e vi mostro i modelli super carinissimi realizzati con tessuto elasticizzato, maglina, pizzo, cotone e bottoni. Vi anticipo che adoro la frase scritta nel retro della maglietta grigia… Volete scoprire perché? Allora guardate la gallery!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Miriam