Ermanno Scervino insieme a “Corri la vita Onlus” contro il cancro al seno!

Ermanno Scervino ha il piacere di annunciare il suo sostegno all’Associazione CORRI LA VITA Onlus con una sfilata esclusiva, a cui seguirà un cocktail, che si terrà giovedì 19 aprile alle ore 18.00 nella suggestiva cornice del rinascimentale palazzo Antinori a Firenze.

CORRI LA VITA Onlus è un’associazione voluta nel 2003 da Bona Frescobaldi, che ne è la presidente, con la finalità di raccogliere fondi a sostegno della lotta contro il tumore al seno. Ermanno Scervino, maison fiorentina nata nel 2000 e da sempre sostenitrice dei maggiori eventi benefici a livello internazionale, ha deciso di supportare l’Associazione con una sfilata delle sue creazioni primavera/estate 2018.

Ad affiancare le modelle ci saranno diverse giovani ragazze fiorentine, perfetta espressione della femminilità giovane e contemporanea dello stile di Ermanno Scervino. I capi sartoriali della Maison saranno abbinati a meravigliosi gioielli Chopard. Il prestigioso brand svizzero, protagonista attivo delle attività socio culturali della città di Firenze, sarà infatti sostenitore dell’evento. Ad immortalare il tutto sarà l’obiettivo di Costantino Ruspoli, il grande fotografo di moda celebre per le sue storiche collaborazioni con le maggiori testate e case di moda a livello mondiale, che fotograferà modelle, testimonial ed invitati.

Madrine della serata saranno Fiona May, due volte campionessa mondiale di salto in lungo, e sua figlia Larissa Iapichino, giovane promessa dell’atletica italiana. L’evento sarà quindi un incontro tra grandi talenti, volto ad esaltare la femminilità, la forza e la sensualità delle donne di tutte le età.

Tutto il ricavato della serata sarà interamente devoluto a favore di CORRI LA VITA onlus.

Annunci

Michele Casto: il fashion designer salentino e i suoi “Sculpture Dress”

Michele Casto è un Fashion Designer salentino che con la sua grinta e la sua determinazione è riuscito a portare in pochi anni le sue creazioni in tutta Italia.
L’amore per l’arte in tutte le sue forme nasce durante il periodo adolescenziale dove, nella sua amata Lecce, ha frequentato l’Istituto d’Arte e in seguito l’Accademia delle Belle Arti dove si è laureato in scenografia e si è appassionato alla Moda.
Proprio la scenografia è la chiave di tutto: i suoi “Sculpture Dress” nascono dal connubio tra “Moda” e “Costume”. Ma di che cosa stiamo parlando?

È una linea molto particolare, estrosa ed originale come il suo stilista, formata da “abiti scultura” che nessuno indosserebbe mai nella vita di tutti i giorni, ma che in passerella e nelle più belle serate mondane assumono un’altra prospettiva e riescono a dominare la scena incontrastati.


La linea è curata in ogni minimo dettaglio, dai tessuti ai colori che rimandano alle meraviglie del Salento a cui Michele Casto è molto affezionato. Per quanto riguarda lo stile, il fashion designer ha preso spunto dal mondo delle fiabe e del fantasy per volare con l’immaginazione e creare dei veri capolavori. Non a caso il suo brand si rivolge maggiormente al mondo giovanile, passando dall’Haute Couture a capi più commerciali.

Tra gli eventi che lo hanno reso famoso in tutta Italia citiamo i più importanti: “Florence Biennale 2015”, presso la Fortezza dal Basso di Firenze; Nel 2017 “Terra Amica. Arte, Moda e Musica dall’Italia Contemporanea a Vienna” e nel 2018 “Luxury Fashion Show” in Puglia dove ha presentato due collezioni artistiche ispirate all’Africa (“Afro Insipration Collection” e ad Alice nel paese delle meraviglie (“Alice through the looking glass Inspiration Collection”). Due collezioni che verranno riproposte nei prossimi mesi a Roma.

Tra gli eventi futuri, invece, non possiamo svelare molto. L’unico indizio che possiamo dare è la sua partecipazione all’evento nazionale “Medit Summer Fashion” a fine Luglio e… Il resto lo scoprirete presto!

Accarezzare un sogno con Aeronautica Militare Man SS18

Oggi voglio dedicare il mio post ai maschietti che frequentano il mio Blog e proprio per questo vi parlerò della nuova collezione SS18 di Aeronautica Militare pensata e realizzata per tutti gli uomini che amano le sfide, che hanno il coraggio di affrontarle e soprattutto il piacere di goderne. I capi Aeronautica Militare hanno forza, carattere e decisa empatia.

La collezione si divide in tre linee: Urban, Action e Up.

Urban Collection – un easywear da indossare tutti i giorni che unisce comfort, praticità ma anche
stile ed eleganza. I colori sobri e mai eccessivi spaziano dal classico blu, in tutte le sue sfumature
e le sue declinazioni, agli immancabili bianco, rosso e verde e vengono introdotte con misura e
rigore nuove tonalità più calde ed estive come l’arancione, il giallo e l’azzurro. Capi adatti ad ogni
momento della giornata con uniformità di stile e di dettagli in cui i loghi, gli stemmi e i fregi, che
rappresentano il DNA di Aeronautica Militare, diventano discreti: rimangono solo l’aquila turrita,
simbolo dei piloti militari, e la coccarda tricolore ad indicare l’esclusività e l’appartenenza.
Action Collection – racconta il mondo più vero e autentico del brand e i valori che incarna e vuol
far conoscere. Ogni stagione Aeronautica Militare sceglie di rendere omaggio ai Reparti Operativi
che hanno contribuito a fare la storia dell’Aeronautica Militare Italiana. Si pone
massima attenzione alla costruzione dei capi, alla scelta dei materiali, alla ricerca dei tessuti e agli
abbinamenti cromatici: ogni capo ha una sua personalità. In alcuni gli aspetti stilistici e grafici
creano contrasti molto forti ed evidenti in linea con la dinamicità del brand, in altri invece si è scelto
di puntare su cromie tono su tono, nei classici colori militari: verde, fango e sabbia e su stampe
camouflage per connotare e interpretare lo stile military in chiave moderna e attuale.
Up Collection – racchiude l’anima più innovativa di questa nuova collezione SS, si punta a
valorizzare il know how dell’azienda e viene data molta importanza alle forme e al design. Vengono
proposti nuovi materiali e nuove tecniche di lavorazione, la qualità del prodotto rimane il cardine
attorno a cui ruota la collezione. Un guardaroba da poter mixare con estrema facilità in un
dualismo tra tradizione e innovazione.

 

Grandi novità della collezione SS18: Denim Division e Easy Care Division.

Due mini collezioni, che vogliono superare i confini della stagionalità ed affiancare la main collection
Aeronautica Militare proponendo tendenze ed esperienze autentiche.

Denim Division – protagonista assoluto il denim, materiale performante e resistente, che grazie a
lavorazioni e lavaggi esclusivi diventa unico. Denim stretch e non, per pantaloni 5 tasche dal fitting
curato, dove sono i dettagli a fare la differenza: la distintiva aquila in metallo sulla quinta tasca, gli
stiching sulle tasche posteriori, la salpa in pelle con l’aquila dorata e la coccarda tricolore e il
Flasher con lo stemma dell’Aeronautica Militare incorniciato dalla locuzione latina “Virtute Siderum
Tenus”, motto che in 3 parole riassume la passione, il valore e l’amore per il volo.

Easy Care Division – dedicata a chi viaggia per lavoro o per diletto e ricerca praticità e comfort.
Easy Care Division propone un total look composto da pochi ma selezionati capi, fra loro
intercambiabili, dalle linee pulite e dal taglio essenziale, tutti morbidi, leggeri e che non
sgualciscono, sono realizzati con materiali tecnologicamente innovativi e all’avanguardia come
Solotex e Deltapeak. Solotex è una fibra innovativa di ultima generazione, dalla struttura
molecolare unica, che è in grado di combinare leggerezza e morbidezza con una straordinaria
memoria di forma, una capacità che rivoluzionerà l’attuale significato della parola comfort.
Deltapeak è invece un materiale in cui performance tecniche e qualità si combinano grazie alle
proprietà fisiche di questo tessuto che offre traspirabilità, leggerezza ed elasticità.

Alia e Hussain Harba firmano le borse iconiche Mini-Home!

Mini-Home è la collezione autunno-inverno 2017/2018 di borse firmate dall’architetto e fashion designer iracheno Hussain Harba con la collaborazione della figlia Alia.

Sintesi della ricerca estetica, artistica e della funzionalità, la capsule collection è caratterizzata da una selezione accurata di pellami altamente pregiati e texture lussuose.

Il manico, pratico ed ergonomico, reca la firma dei due designers; oltre ad esso c’è la tracolla, rifinita a mano, che permette alla borsa di essere indossata come handbag o a spalla.

Le Mini-Home sono realizzate artigianalmente in tiratura limitata ed hanno una chiusura doppia. Rigorosamente Made in Italy, indagano tutta la palette cromatica e giocano su accostamenti inediti che, abbinati insieme, diventano un caleidoscopio di stile.

Il nome, Mini-Home, vuole rendere omaggio alla casa intesa come simbolo di sicurezza che cela e custodisce il mondo di ognuno di noi. Con queste bags ogni donna porta infatti con sé il proprio universo personale, racchiuso in un accessorio fashion che coniuga charme ed eleganza, lusso e praticità. Ogni dettaglio, dalla scelta del pellame alla cromia passando per la pochette porta cellulare applicata esternamente e removibile, è frutto della sintesi di design e architettura.

Vere opere d’arte da indossare, le bags sono customizzate e quindi tutte diverse tra loro così da rispecchiare la personalità di ogni donna. Raffinate e grintose, si declinano perfettamente dall’alba al tramonto e sono ideali sia per la business woman sia per chi le vuole indossare ad un party speciale!

Milano Moda Donna 2016 e la sua grande novità!

Dal 24 al 29 febbraio 2016 ha preso il via la nuova edizione di Milano Moda Donna che come ogni anno vede sfilare i più bravi stilisti, emergenti e storici, dell’Alta Moda.Un tripudio di tessuti e colori che irradiano Milano e tutti i suoi abitanti sia nelle passerelle, sia nella strada colma di Fashion Victim e Fashion Bloggers.

Una grandissima novità è stata vista in questa edizione: per la prima volta nella storia il presidente del Consiglio ha partecipato all’inaugurazione della settimana della moda. Renzi, infatti, ha dichiarato la sua speranza a far diventare questa presenza una tradizione. Oltre al presidente della Camera della Moda Carlo Capasa erano presenti grandi stilisti come Alberta Ferretti, Giorgio Armani e Donatella Versace.  

Il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha dichiarato che “in questi anni abbiamo collaborato costantemente con Camera della Moda su tematiche importanti come la formazione, l’internazionalizzazione, la creazione di format vincenti, le facilitazioni burocratiche e la gestione dei calendari. Il risultato ci rende orgogliosi: il settore moda ha ripreso a fiorire e stanno anche sbocciando tanti nuovi giovani stilisti. Ed è anche grazie a questo lavoro che oggi la moda, a Milano, è diventata patrimonio di tutti, è uscita dagli atelier per vivere nelle strade, nelle piazze, nei musei, più vicino alle persone.”

Miriam

“La Divina Marchesa” di Giada Curti per AltaRoma 2016!

Alta, sottile con pelle adamantina e intenso maquillage, la Marchesa Luisa Casati, ha vissuto la propria esistenza con il desiderio di divenire lei stessa un’opera d’arte, per mezzo del suo stile di vita e del suo aspetto.

1 abito verde

La Venezia dell’Art Dèco accese in lei la magia. Musa di Boldini, amante di D’Annunzio, che la definiva Core’ regina degli inferi, rappresentò un dedalo di eccentricità, occulto e magia in una spirale virtuosa. La sua figura alta e dall’aspetto androgino, esaltava le creazioni concepite per lei da Paul Poiret, Ertè e Mariano Fortuny, per un’immagine eccentrica, provocatoria, intenta a portare all’estremo i dettami di una moda morente … ideandone di nuove.

3 abito nero

Dalla quella scia di corrente futurista, nella quale si è imposta la figura epocale della “Divina Marchesa”, nasce la “Donna” Primavera/Estate 2016 di Giada Curti. Una dark lady dall’eterna allure, dagli occhi neri macchiati di oro bistrati e pupille feline rese enormi da colliri alla bella donna, capace di scaturire infinite ispirazioni, riflessi di stile e suggestioni.

2 abito pizzo nero

Velate e impalpabili trasparenze, sovrapposizioni inconsuete di tessuti elaborati come il pizzo rebrode’ su vestaglie satin. L’intrigante e sensuale nero , crea un effetto di ricercata  naturalezza quando si fonde con il bianco etereo. Nodi di grogrè, cordoni di seta circondano il collo, ponchos velati si alternano sul verde smeraldo e pelle d’angelo. Delicate ballerine stringate donano alla silhouette una aristocratica postura.

“Bisogna fare la propria vita come si fa un’opera d’arte. Bisogna che la vita di un uomo di intelletto sia opera di Lui. La superiorità vera, è tutta qui”. Gabriele D’Annunzio

In attesa della sfilata che si terrà il 29 gennaio… Spero vi sia piaciuta questa mia piccola anteprima della Collezione Primavera – Estate 2016!

Miriam

Dioressence, il nuovo stiletto iconico della Maison Dior!

Indovinello del giorno: qual è, dopo la borsa, il must have fashion più usato dalle donne? Ma ovviamente una bella scarpa, magari un décolleté! E secondo voi chi poteva accontentare una donna insaziabile di stiletti come me? La Maison Dior, sicuramente!

Oggi, infatti, voglio parlarvi dei nuovi stiletti Dioressence, lanciati in questo nuovo frizzantissimo 2016, che sono destinati a diventare un nuovo prodotti iconico della Maison più amata dalle donne.

In primis potete notare dalle foto che troverete a fine articolo che il decolletè generoso e l’estremità leggermente appuntita allungano la gamba e sottolineano l’arco del piede. Il tallone, fatto completamente di pelle, accentua la sua delicatezza e la sua altezza, delineando la silohuette ed evidenziando le forme naturali della gamba. Dalle sue fatture, Dioressence, sembra uno stiletto leggermente impertinente e proprio per questo a me piace veramente tanto!

Lo stiletto è stato realizzato a pochi chilometri da Venezia, nella magnifica cornice italiana, dove l’alta qualità regna sovrana e la manifattura di calzature viene vista come una storia di passione che raggruppa più di 100 fasi di produzione.

I tacchi Dioressence sono disponibili in una vasta varietà di materiali: in satinato agnello , vernice o in pelle iridescente di vitello. Include, inoltre, un’ampia gamma di colori tra cui due tonalità essenziali strettamente legate alla Maison:

  • il Nero che Christian Dior considerava il più elegante dei colori;
  • Il rosa pallido che considerava “il colore della felicità e della femminilità”.

Per i più audaci, invece, questa scarpa è disponibile nel color ocra, verde militare, cognac, rosso, bronzo, bianco, grigio antracite e anche nelle tonalità di blu inchiostro e azzurro per uno stile notturno molto glam. Le tonalità Dioressence marcano le silhouette e le elevano, rendendole ancora più sublimi.

Potete trovarle in vendita in tutte le boutique del mondo e sono disponibili anche nel nuovo e-shop Dior al seguente link: http://www.dior.com/couture/it_it/moda-donna/le-scarpe/scarpe-decollete 

Come nasce questo stiletto? Nella Gallery alcune foto realizzate da Pol Baril per poter ammirare tutta la lavorazione che c’è dietro alle nostre tanto desiderate décolleté:

Questo slideshow richiede JavaScript.

In questa Gallery, invece, alcune foto realizzate da Marton Perlaki della scarpa indossata… Si addice a una vera Cenerentola dei giorni nostri, non trovate?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Sicuramente questi stiletti faranno tanta strada e sono sicura che torneranno a far parlare di loro… Favolosi!

Alla prossima,
Miriam