Alta Moda: Francesca Fontana e la collezione AI 15-16!

Salve a tutti,

oggi vi scrivo per parlarvi di Francesca Fontana, una stilista emergente che ho avuto il piacere ci conoscere qualche mese fa. Ciò che la distingue dagli altri stilisti emergenti è il fatto che lei abbia avuto una formazione completamente autodidatta e qualche corso intensivo importante. Si è lasciata guidare dall’istinto e dalla passione e quello che ama di più del suo lavoro è: abbinare, organizzare, sperimentare, mescolare forme e colori, sovrapporre, giocare con consistenze diverse di materiali, ricercare, disegnare, fotografare, ideare e cucire.

Nel 2013 ha dato vita al suo Brand “Francesca Fontana”: il Mood del marchio è composto da tre caratteristiche importanti che influenzano lo stile di ogni capo: attenzione ai particolari, ricchezza dei materiali e minimalismo delle linee. Materiali e dettagli vengono, quindi, mescolati in un gioco di equilibri e proporzioni, rispecchiando un modo di vivere la libertà del corpo e del movimento (racchiusa nella facilità e nella praticità del vestire) senza trascurare la propria femminilità.

Ho avuto modo di apprezzare le sue collezioni, soprattutto l’ultima dedicata all’Autunno – Inverno 2015/2016 che prende il nome di Abraham.

Abraham attira ciò che è simile a sé, dove tutti siamo destinati a vivere e assaporare lo splendore della vita stessa e del chi siamo veramente. Siamo i creatori assoluti della nostra esperienza.
Abraham prende forma attraverso i capi della collezione in quanto “sono quello che voi siete. Voi siete l’avanguardia di quello che noi siamo. Noi siamo quello che è al cuore di ogni essere”. Un tuffo nella profondità della nostra anima. La conseguenza a questo pensiero è che non c’è nulla che non possiate essere, avere o fare.
Mood concettuale e stile minimal. La collezione è l’essenza delle linee passate per omaggiare chi ha seguito Francesca Fontana fin dagli esordi, ma completamente evoluta con nuove vestibilità.
I volumi più statici constrastano con volumi più morbidi. Le linee geometriche sono pulite e dalle costruzioni semplici. Texture e consistenze differenti, date dall’effetto sale e pepe, dal rigato, dal mimetico e dall’effetto pennello, si mischiano tra loro come i tessuti: pannetto, bouclé, devoré, crepe di lana, sete cotone, ecopelle. Quest’ultima è presente nello sprone posteriore della maglia e della camicia, con collo alla coreana, e giacca foderata nera con frappe su tutta la superficie.
La palette cromatica è molto accesa e lascia spazio a numerosi contrasti di colore. In questa collezione è possibile vedere una massima espressione di colore. Sprazzi di senape si congiungono con tinte di blu, grigio e ruggine, per poi lasciar spazio alle principali tonalità di tendenza invernali: petrolio e verde kaki. Spazio anche ai colori neutri come beige, tortora, bianco e panna. Immancabile il nero in tutte le sue lavorazioni caratterizzate da consistenze differenti attraverso l’uso di materiali più leggeri come la seta o più sostenuti come il pannetto.
La collezione, nello specifico, è formata da: una camicia con colletto alla coreana e sprone posteriore in eco pelle; pantalone con elastico in vita, tasche davanti, e risvolto sopra la caviglia; maglia a manica lunga leggermente più corta posteriormente con sprone in eco pelle e tasche frontali; top a tre quarti dalla forma a campana con colletto alla coreana e chiusura posteriore con bottoncino; giacche a campana in eco pelliccia ed eco pelle con frappe foderate; gonne e abiti con tasche; abito lungo con girocollo e riprese sul fondo per renderlo ampio e per formare una punta sul fianco.
I modelli sono pochi, ma variano con le vaste tonalità di colori e l’utilizzo di tessuti diversi che soddisfano il tatto.

Photo Credit:
Shooting in studio – Ph. Thilini Gamalath
Shooting in esterna – Ph. Elisa Semenova
Modelle – Sonia Valeri, Lucia Manetti, Alexandrina Calancea

Back to School… Con Kiabi!

Le mamma si sa deve occuparsi dei propri figli, ma quando questa non c’è chi pensa a loro?

Magari le nonne, magari le zie… ma più spesso le sorelle.

Immaginate un giorno di scuola, il primo, e voi siete appena tornati dalle vacanze, il sole ancora sulla pelle … la mamma inizia il lavoro e devi preparare i bambini per la scuola, che si mettono davanti agli armadi e aspettano. Sì, ma cosa?

Ah giusto, si devono vestire, non possono mica andare a scuola in pigiama! Così voi, sorelle/fratelli alle prese con gli esami, il lavoro e tanto altro, vi trovate anche a dover pensare a cosa fargli indossare. Marco vuole il pantalone blu, Martina la maglietta verde; Marco vuole il grembiule dei supereroi e Martina quello delle principesse. Fortuna che una settimana prima avete pensato di fargli un regalo: Capi d’abbigliamento della collezione Back To School del brand Kiabi, che provvede a vestire i più piccoli dall’asilo alle scuole elementari soddisfando ogni esigenza. La cosa favolosa è che avete anche speso poco perché Kiabi venendo incontro alle vostre situazioni economiche di studenti/lavoro part time ha pensato a prezzi piccoli per i suoi capi d’abbigliamento.

Dopo averli vestiti li vedi felici e contenti davanti allo specchio, Marco fa le boccacce mentre Martina sistema i  capelli. State per uscire ma senti che qualcosa manca. Ah, giusto! Fa freddino. Manca il piumino. Marco grida che il colore non va bene, così fai una piccola magia davanti ai suoi occhi, rovesciando il piumino fino a fargli cambiare colore e Marco finalmente ride e tu ringrazi Kiabi che con la formula double face ha pensato a soddisfare i suoi capricci, perché si sa che i bambini cambiano idea velocemente.

Uscite e sei felice perché per loro hai un’altra sorpresa, Kiabi infatti ha pensato di regalare, con l’acquisto di due grembiuli un ingresso omaggio a MONDOPARCHI, come premio per i bambini che vanno a scuola e hanno bisogno di svagarsi … tu ne hai comprati sei di grembiuli quindi la prossima domenica “Parco gratis per tutti”.

All’entrata di scuola li saluti, sei felice perché i tuoi “angeli” sono alla moda e comodi allo stesso tempo e quasi quasi vorresti tornare piccola anche tu … ma oramai lo sai che è venuta l’ora di metter su famiglia, magari appena finiti questi ultimi esami, tanto Kiabi penserà anche ai tuoi figli che avranno sempre un look divertente e impeccabile.

#kiabicoloralascuola

Questo slideshow richiede JavaScript.

Miriam