Coffee Break con PAMA Caffè!

Dall’universitario che studia al lavoratore che “sgobba” per tutto il giorno, la pausa caffè è un momento importante e, soprattutto, inviolabile, della giornata. Ogni italiano che si rispetti deve avere i suoi cinque minuti di break per ricaricare le pile e riprendere ciò che stava facendo.

Per quanto mi riguarda, la pausa caffè è il mio momento di relax che mi godo quasi come fosse un premio. Ogni giorno mi prefiggo degli articoli da scrivere o dei libri da studiare e ogni volta che finisco un capitolo o un pezzo… Scatta la pausa caffè!

Ironicamente si può dire che il mio libro d’esordio “Le malattie del nostro mondo” è nato tra una pausa caffè e l’altra! Sono sempre stata un’amante del caffè, ma con le nausee da gravidanza che mi sono portata dietro per ben quattro mesi ho dovuto interrompere. Una volta passato il primo trimestre ho ripreso a farne uso, ma in quantità moderata. Una donna in dolce attesa può bere massimo 3 caffè al giorno e lì deve assolutamente fermarsi. Mi sono ritrovata, così, ad avere la mia pausa caffè limitata e, quindi, ho deciso di trovare un caffè all’altezza di quei pochi “coffee break”. La mia scelta è ricaduta su Pama Caffè, un marchio che segue l’antica tradizione napoletana, selezionando le migliori miscele per garantire un caffè di alta qualità!

12742745_1687935554781429_4222801861780131424_n

Non avendo mai sentito questo marchio, la mia personalità “curiosona” ha deciso di informarsi maggiormente e ho scoperto che Pama Caffè si occupa di tutte le fasi di importazione del caffè in maniera attiva, attraverso un’attenta scelta sul caffè da acquistare.

Passata questa fase delicata si arriva alla tostatura dei chicchi che è parte integrante di una lavorazione minuziosa costituita da torrefattrici a tamburo, ovvero la cottura, e raffreddamento del caffè ad aria. Il risultato c’è e si vede a tal punto da considerarlo, secondo me, il punto di riferimento per la cultura del caffè espresso nel mondo!
Molti di voi sanno che mi piace andare spesso a Londra per trovare i miei parenti e lì prendersi il caffè è un’esperienza orribile che non consiglio a nessuno! Se solo ci fosse Pama Caffè non ne avrei di questi problemi!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Facendo una piccola ricerca su internet ho scoperto che in sei mesi sono state sperimentate circa 200 miscele diverse composte da combinazioni di caffè, metodi di cottura diversi e così via. Il motivo? Per individuare la migliore combinazione possibile per un caffè d’eccellenza! Il risultato? Hanno selezionato per noi le migliori qualità di caffè come “Arabica” e “Robusta” provenienti da Brasile, Guatemala, India, Costa D’Avorio ed Uganda. Sperimentazione e ricerca, per quest’Azienda, sembrano non finire mai, così come il progresso tecnologico. Ciò mi lascia dedurre che questo sia solo l’inizio di una serie di successi alla ricerca del caffè perfetto…. Che io continuerò a bere, sicuramente!

… Secondo voi sono tanto malata di caffè? Spero che tra di voi ci sia qualcuno come me, altrimenti devo cominciare a pensare di essere un caso patologico!

Per maggiori informazioni su Pama Caffè, vi consiglio di dare un’occhiata QUI.

Miriam

Buzzoole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...